LOGIN | REGISTRAZIONE | CERCA
 
ITINERARI |

Gennaio in spiaggia: festival, tradizioni e curiosità in cinque posti al sole

di Alessandra Bergamasco
Condividi la tua passione...

Vada per il freddo, i fiocchi di neve, quella soffice e avvolgente atmosfera natalizia, adesso però, scrolliamoci di dosso palline, canditi e uvetta e tiriamo fuori costumi e bagagli per quel viaggio da tempo anelato. E se una spremuta di sole e una nuotata corroborante non può che farci iniziare alla grande il 2018 appena cominciato, ci sono anche tanti altri ottimi motivi, fra curiosità e tradizioni da scoprire, per raggiungere cinque luoghi incantevoli in questo periodo.

BRASILE
Il Carnaval più effervescente del pianeta è già nell’aria, ma c’è un appuntamento suggestivo e delicato che coinvolge i brasiliani (e non solo: le celebrazioni abbracciano l’intero Sudamerica): la Festa di Iemajà, la regina del mare e protettrice dei pescatori, il cui culto è particolarmente sentito a Salvador de Bahia. Esempio tra i più significativi del sincretismo religioso del Paese, non solo i seguaci del Condomblè – il credo degli schiavi deportati dall’Africa occidentale – ma tutti partecipano con fervore a questo rito. Archetipo della dea madre creatrice di ogni cosa, proprio perché il suo elemento è l’acqua, all’origine della vita, il 2 febbraio a Jemanjà vengono offerti fiori in mare, canti e preghiere. Inoltre, sono molte le spiagge brasiliane che il 31 dicembre vedono partire dalle proprie rive fiori e barchette illuminate da candele per propiziarsi i favori della dea. Se la barca prende il largo, è un buon presagio per l’anno nuovo.

St. George OpenAir Cinema
Saint George OpenAir Cinema, Sydney

SYDNEY (Australia)
Sydney è una tappa d’obbligo per chi decide di visitare la terra dei canguri. L’elenco  delle ragioni per cui vale la pena conoscerla merita un approfondimento ad hoc e non può certamente esaurirsi in un post, ma se vi capita di andarci a gennaio, non potete perdere il suo Festival omonimo. Tre settimane all’insegna delle più svariate forme d’arte: musica, danza, teatro, cinema, arti visive, circo, oltre a una miriade di eventi disseminati in tutta la città. Vivacissima ed elettrizzante, grazie alla presenza di artisti australiani e stranieri, Sydney offre uno spettacolo nello spettacolo. In contemporanea partono infatti due manifestazioni che appassionano i cinefili: il Flickerfest Short Film Festival, la principale rassegna australiana dedicata ai cortometraggi provenienti dal tutto il mondo, cresciuta fino a diventare uno dei principali festival cinematografici del circuito mondiale, e il St.George OpenAir Cinema che offre una serie di film in anteprima a una tribuna di duemila persone attraverso uno schermo gigante sollevato idraulicamente dal porto di Sydney. L’esperienza è impareggiabile anche per lo scenario da cartolina.  Tra gli appuntamenti del ricchissimo calendario del Festival di Sydney, quest’anno merita di essere segnalato il surreale Aquasonic, che vede cinque musicisti esibirsi sott’acqua.

Ngalawa, Zanzibar
Ngalawa, Zanzibar

ZANZIBAR (Tanzania)
Se Zanzibar è la meta dei vostri sogni, sappiate che  tra qualche giorno si commemora il suo Revolution Day. Ma facciamo un salto indietro: correva l’anno 1963, Zanzibar conquistava l’indipendenza dal Regno Unito diventando una monarchia costituzionale con a capo un sultano. Il 12 gennaio del ’64 il sultanato fu rovesciato da una rivoluzione che consentì l’ascesa al potere di un partito di ispirazione socialista e, pochi mesi dopo, l’annessione dell’arcipelago alla Repubblica Unita di Tanzania.  Da allora  il meraviglioso arcipelago delle spezie, crocevia di culture ed etnie, festeggia l’anniversario della sua Rivoluzione. Si tratta di un evento patriottico, il cui fulcro è una spettacolare regata di canoe a doppio bilanciere chiamate “ngalawa”, le imbarcazioni tipiche della tradizione swahili.

Festival Thaipoosam Cavadee, Mauritius
Festival Thaipoosam Cavadee, Mauritius

MAURITIUS
L’Oceano Indiano non smette di incantare, e tra le sue acque cristalline troviamo anche le bianchissime spiagge delle isole di Mauritius. In questo autentico paradiso tropicale ha luogo il Teemeedee, la tradizionale cerimonia indù e tamil che consiste nel camminare sui carboni ardenti in onore degli dei. Dicembre e gennaio sono i periodi dell’anno in cui si concentra maggiormente tale cerimoniale dal forte impatto visivo ed emotivo.
Se invece il viaggio è programmato tra gennaio e febbraio, un altro appuntamento particolarissimo è il Thaipoosam Cavadee, un rito catartico che si svolge nei vari tempi di Mauritius. Gruppi di fedeli in processione camminano per giorni, trasportando del latte che sarà versato nelle statue di diverse divinità. In segno di penitenza, calzano zoccoli chiodati e il corpo è trafitto da aghi.

Via Lattea
Via Lattea

MALDIVE
Un paradiso fatto di atolli incontaminati e favolose isole oceaniche che non conquista solo per mare e spiagge, se si alzano gli occhi al cielo c’è un universo da contemplare e scoprire. Questo è il periodo dell’anno in cui nella trama del cielo maldiviano si scorge una striscia iridescente: è la Via Lattea. Qui è semplicissimo individuarla, bisogna solo abituare gli occhi all’oscurità per qualche minuto. Una volta determinati i punti cardinali, rivolgendosi a Nord è possibile ammirare anche la Costellazione dell’Orsa Maggiore e il suo “Gran Carro”, un asterismo così chiamato per la particolare forma che lo caratterizza. E scendendo con lo sguardo più in basso troviamo in tutto il suo splendore la stella polare.

 

In apertura festa di Iemanjà a Salvador de Bahia.

 

 

 


Condividi la tua passione...

Potrebbero interessarti

Australia
AUSTRALIA EXPLORER
Australia
Silver Discoverer: la Costa di Kimberley, Broome-Darwin
Maldive Seychelles
Silver Discoverer: Maldive e Seychelles
Australia
Silver Discoverer: la Costa di Kimberley, Darwin-Broome