LOGIN | REGISTRAZIONE | CERCA
 

CROCIERA IN POLINESIA


Prezzo del Viaggio

A partire da: 5700 Euro

Questo viaggio prevede le riduzioni del Club, scopri con il tuo consulente quelle a te dedicate. Att.ne la riduzione è applicabile solo nei punti vendita e agenzie di viaggio che aderiscono al circuito Kel 12 Circle

Il Club

Questo viaggio dà diritto a 150 Impronte del Club.
Scopri tutti i vantaggi di Kel 12 Circle: il club dei viaggiatori.

Durata

14 giorni e di 11 notti.

Partecipanti

Partenza garantita con minimo 2 persone e il gruppo sarà composto al massimo di 8 persone.

Itinerario di viaggio

Tappa: 1 - Giorno: 1 - Partenza da Milano per Papeete, via Parigi e con scalo a Los Angeles  
Partenza da Milano Malpensa per Papeete, Tahiti via Parigi e con scalo tecnico a Los Angeles. L’arrivo a Papeete è previsto in serata. Pasti a bordo. All’arrivo, incontro con il rappresentante locale e trasferimento all’hotel Meridien per il pernottamento.

Tappa: 2 - Giorno: 2 - Trasferimento in Aeroporto a volo per Raiatea. Imbarco sul catamrano Polynesia Dream e navigazione fino all'isola di Tahaa per fare snorkeling  
Il mattino presto, trasferimento in aeroporto e volo per l’isola di Raiatea. Accoglienza da parte del personale locale e trasferimento al porto, dove vi imbarcherete sul catamarano Polynesia Dream. Pranzo a bordo. Navigazione verso l’isola di Taha’a, dove sarà possibile fare snorkeling nel Motu Tau Tau. Se ogni isola ha il suo profumo, allora Taha’a odora di vaniglia. Separata da Raiatea soltanto da un istmo lagunare di 5 km, è comunque agli antipodi della vicina. Il tempo, lontani da qualsiasi frenesia cittadina, scorre serenamente su quest’isola di 88 km², essenzialmente agricola : vi si coltiva l’80% della vaniglia del territorio. Taha’a culmina nel monte Ohiri (598 m), antico vulcano le cui pendici sprofondate formano baie profonde. È una destinazione di cui si si può innamorare, visitando fabbriche per la produzione di vaniglia e coltivazione perlifere, approfittando di una laguna punteggiata di motu (La parola motu nel linguaggio HYPERLINK "https://it.wikipedia.org/wiki/Polinesia" \o "Polinesia" polinesiano significa HYPERLINK "https://it.wikipedia.org/wiki/Isola" \o "Isola" isola ed è usata anche per definire un rilievo HYPERLINK "https://it.wikipedia.org/wiki/Sabbia" \o "Sabbia" sabbioso sul livello dell' HYPERLINK "https://it.wikipedia.org/wiki/Oceano" \o "Oceano" oceano, con un'altezza che va da poche decine di centimetri fino a qualche metro, sul margine delle HYPERLINK "https://it.wikipedia.org/wiki/Barriera_corallina" \o "Barriera corallina" barriere coralline.Abitualmente il motu è coperto da HYPERLINK "https://it.wikipedia.org/wiki/Palma_da_cocco" \o "Palma da cocco" palme da cocco e HYPERLINK "https://it.wikipedia.org/wiki/Mangrovia" \o "Mangrovia" mangrovie, ed è abitato da HYPERLINK "https://it.wikipedia.org/wiki/Uccello" \o "Uccello" uccelli e HYPERLINK "https://it.wikipedia.org/wiki/Granchio" \o "Granchio" granchi di sabbia) vergini che promettono bagni in acque cristalline o snorkeling in splendidi giardini di corallo.Pasti e pernottamento a bordo.

Tappa: 3 - Giorno: 3 - Navigazione verso Bora Bora. Pomeriggio dedicato alla scoperta del reef e dei suoi abitanti  
Navigazione verso l’isola di Bora Bora (circa 4 ore) e sosta per pranzo al Motu Tapu. Nel pomeriggio, si nuota con gli squali di barriera e si va alla scoperta di una delle lagune più belle del Sud Pacifico. Pernottamento al largo della parte est dell’isola. Pasti e pernottamento a bordo. “In nessun altro luogo…”, annotava l’esploratore francese Paul-Émile Victor a proposito di Bora Bora mentre sorvolava la Polinesia nel 1958, prima di stabilirvisi definitivamente. Difficile, infatti, non restare ammaliati da questa isoletta di 29 km². Le fanno da scrigno sontuoso una laguna tre volte più grande delle altre e una barriera corallina piena di isolotti che le hanno valso il nome i “perla del Pacifico”. Secondo la leggenda gli dei avrebbero creato Vavau (‘il primogenito’, antico nome di Bora Bora), prima delle altre isole. Mai te põ ra (‘uscita della notte, mondo degli dei’), sarebbe così diventata Pora Pora, poi Bora Bora.Vero e proprio acquario, la vasta e profonda laguna di Bora Bora possiede una flora e una fauna particolarmente ricche. Nelle sue acque potrete ammirare le evoluzioni di una moltitudine di pesci lagunari ma anche razze manta, razze leopardo, squali pinna nera…

Tappa: 4 - Giorno: 4 - Nuotare con le razze manta e pagaiare in kayak nella laguna...  
Oggi si nuota con le razze manta! Colazione e breve navigazione verso il Motu Taurere, dove si potrà nuotare, fare snorkeling, andare in kayak o semplicemente rilassarsi sulla spiaggia bianca. Nel pomeriggio, navigazione nella famosa laguna di Bora Bora.Opzione facoltativa: pranzo barbecue tahitiano su un motu privato.

Tappa: 5 - Giorno: 5 - Navigazione verso l'isola di Raiatea  
Dopo la colazione, navigazione verso l’isola di Raiatea. Pomeriggio dedicato alle attività marine: nuoto, snorkeling, relax. Pasti e pernottamento a bordo.Opzione facoltativa: visita di una fabbrica per la coltivazione delle perle e snorkeling.Il suo nome e la sua leggenda ritornano spesso alle orecchie dei viaggiatori: Raiatea la Sacra, sede del culto di ‘Oro, ma anche, va detto, l’originale, la culla delle civiltà polinesiane, la prima isola dove sarebbero sbarcate le piroghe degli antichi Mao’hi – la prima anche, nella mitologia, a essere emersa dalle acque, matrice delle Isole sopravento. Situata 219 km a ovest di Tahiti, Raiatea (238 km²) occupa la parte sud di una vasta laguna che ospita anche Taha’a. di forma triangolare, l’isola culmina a 1017 m con il monte Tafatua, vetta di una catena montuosa orientata nord-sud. Isola verde per eccellenza, si rivela attraente per gli appassionati della natura.

Tappa: 6 - Giorno: 6 - Shopping a Uturoa, il villaggio principale di Raiatea. Passeggiata sul Monte Tapioi per ammirare il panorama  
Oggi shopping a Uturoa, il villaggio principale di Raiatea, con il suo mercato locale. Non può mancare una camminata sul Monte Taipoi, per ammirare il panorama circostante.Pasti e pernottamento a bordo al largo del Motu Cerant.Opzione facoltativa: tour guidato di Raiatea, il tempio Taputapuatea, le valli verdi e le cascate.I marae che vediamo oggi sono cumuli di pietre più o meno ben disposti. La maggior parte di essi risale al XVII secolo e si inserisce in un periodo storico detto appunto “dei marae”, avviato a Taputapuatea e che consacrò la preminenza del dio ‘Oro. Questi santuari esistevano già in epoca anteriore, detta “pre-marae” ma dovevano essere meno numerosi e con costruzioni meno elaborate. A Taputapuatea non ci sono più né re né divinità ma rimane un’impressione forte legata alla maestà e al mistero del sito. Considerato in assoluto il luogo di culto più prestigioso della Polinesia, sono ancora molte le interpretazioni che dibattono sulla sua fondazione. Taputapuatea si trova su un promontorio detto Te Po bordé, con a est la cresta della collina Matarepeta e, a ovest, una falesia basaltica. Il marae principale è stato restaurato secondo l’ultima su funzione, avendo dovuto subire trasformazioni dalla sua creazione (tra il 1200 e il 1650) all’abbandono (1800 circa). Di forma trapezoidale, misura 60 m di lunghezza per 45 di larghezza. Il suo ahu (la parte più sacra del marae), anch’esso rimaneggiato, si estende per 42 m di lunghezza ed è formato da lastre i corallo e basalto: è abbinato a una piattaforma (ava’a) di 70 cm di altezza dove erano disposti i to’o (effigi delle divinità sotto forma di pezzi di legno coperti di intrecci e piume).

Tappa: 7 - Giorno: 7 - Partenza per l'isola di Huahine. Nel pomeriggio, attività marine  
Al mattino, navigazione verso l’isola di Huahine (circa 4 ore). Arrivo nella Baia di Bourayne nella parte ovest dell’isola. Nel pomeriggio, tempo dedicato alle attività marine sulla spiaggia di Ana Iti. Pasti e pernottamento a bordo.Opzione facoltativa: cena in un ristorante locale con spettacolo polinesiano.La segreta Huahine, l’”isola donna”, una delle più care al cuore dei polinesiani, trabocca di dolcezza. Il nome le deriva dal profilo delle sue montagne che, visto dal mare, ricorda una donna in posa languida. E huahine in tahitiano significa “sesso femminile”. L’isola va fiera della sua diversità: ribelle, fronteggiò i francesi quando ne tentarono l’annessione nel 1880. Huahine si culla nella leggenda di Hiro, gigante semidio che divise l’isola in due con la sua piroga dando vita a due isole: Huahine Nui, la grande a nord e Huahine Iti, la piccola, a sud. La più orientale delle Isole Sottovento, è in realtà formata da due massicci montuosi, resti del vulcano affondato, invaso dal mare all’altezza delle attuali Baie Maroe e Bourayne. Le creste più alte dell’antica caldera si elevano fino a 669 m (monte Turi) e a 462 m (monte Pohuerahi). A questo modesto rilievo corrisponde una costa sinuosa con paesaggi sorprendenti, di una bellezza selvaggia a sud.

Tappa: 8 - Giorno: 8 - Visita del villaggio di Fare. Nel pomeriggio, navigazione verso l'isola di Raiatea  
Dopo la colazione, visita del villaggio di Fare, il principale di Huahine grazie alla posizione privilegiata ai piedi del monte Turi, di fronte all’ampio passe Avamoa, a ovest. il fronte mare è piacevole, ombreggiato da grandi alberi e Fare si anima al ritmo ei mercati e dell’arrivo dei cargo. Nel pomeriggio, navigazione verso l’isola di Raiatea. Pasti e pernottamento a bordo.Opzione facoltativa: nella mattina, tour guidato dei siti archeologici di Huahine, delle trappole per i pesci, delle piantagioni di vaniglia e delle anguille sacre.Poco dopo l’uscita da Fare, una marae segnala una zona di scavi archeologici che si sono rivelati molto importanti per la datazione degli insediamenti polinesiani. Hanno portato alla luce un insieme eccezionale di vestigia, perfettamente conservate in una falda freatica – soprattutto oggetti in legno (tavole di bordatura delle piroghe, pezzi di timone, gottazze) oggi esposti al Museo di Tahiti e delle Isole. Il paese di Faie è famoso per le sue anguille dagli occhi azzurri, considerate sacre dai paesani.

Tappa: 9 - Giorno: 9 - Navigazione nella parte est dell'isola di Raiatea ed esplorazione del fiume Faaroe con lance amotore. Navigazione notturna verso l'isola di Moorea  
Esplorazione della parte est dell’isola di Raiatea. Dopo aver ancorato in un motu, ci si potrà dedicare alle attività marine e alla risalita in lancia a motore del fiume Fararoa, l’unico fiume navigabile della Polinesia. Al tramonto comincia la navigazione verso l’isola di Moorea (circa 12 ore). Pasti e pernottamento a bordo.

Tappa: 10 - Giorno: 10 - Arrivo a Moorea di mattina e ancoraggio nel villaggio di Papetoai, tipico villaggio polinesiano. attività marine e navigazione verso la Baia di Opunohu  
Arrivo nell’isola di Moorea di mattina e attracco al porto di Papetoai, un tipico villaggio polinesiano. Fu qui, dove sorgeva il marae reale Taputapuatea, dedicato al dio ‘Oro che i missionari fecero erigere il primo tempio della Polinesia nel 1813. Un tempio ottagonale in pietra ha sostituito l’edificio originale e un quadrato sormontato da una pietra verticale segnala la passata presenza del marae. Attività marine nel sito Tiki.Nel tardo pomeriggio si naviga lungo la Baia di Opunohu e si farà una breve camminata nell’omonima valle. Il fondo della baia ospita un’antica residenza, conservata accuratamente dai discendenti di Medford Kellum, il suo ex proprietario. Questo ricchissimo americano vi era sbarcato nel 1925 con un gruppetto di studiosi tra cui l’archeologo Kenneth Emory che ha contribuito al restauro e allo studio dei marae di tutta la Polinesia francese. La strada attraversa un vero e proprio parco naturale dalle essenze e dai fiori tropicali più disparati: ibischi, felci arborescenti, pandani, aito. Pasti e pernottamento a bordo.

Tappa: 11 - Giorno: 11 - Navigazione nella Baia di Cook. Sosta nella spiaggia di Opunohu e attività marine. Nel tardo pomeriggio navigazione verso Tahiti  
Prima di lasciare l’isola di Morea, si raggiunge la Baia di Cook, il cui ingresso è impressionante, con a fare da sfondo la caldera disegnata dai monti Tearai a est, Mohuaputa e Tohiea a sud, Mouaroa a sud-ovest e Rotui e i suoi speroni dal profilo disomogeneo a ovest. l’insieme dà vita ad una maestosa catena. Sulle pendici che sovrastano la strada o a fondovalle si riconoscono campi di ananas, in solchi regolari.Sosta alla spiaggia pubblica di Opunohu, dove sarà possibile dedicarsi alle attività marine.Navigazione fino alla Baia di Vaiare per il pranzo e le attività marine.Nel tardo pomeriggio, si lascia l’isola di Moorea per raggiungere Tahiti ed attraccare nella marina di Taina, nella parte nord-ovest dell’isola. Pasti e pernottamento a bordo.Opzione facoltativa: mezza giornata di Safari a Moorea con una guida – panorami, la strada degli ananas, i siti archeologici. Magnifica, maestosa, fantastica…non bastano i superlativi per descrivere Moorea, quest’isola di appena 134 km² che racchiude in sé tutti gli elementi naturali, culturali e turistici della Polinesia attuale, tra tradizione, meticciato e modernità. Un rilievo tormentato, sormontato da otto alture, una vegetazione varia e lussureggiante, due baie immense e profonde, una laguna limpida e sublime, quattro motu e dieci pass. In passato si chiamava Aimeo, Eimeo o Aimeho (“che mangia nel suo ritiro”), perché serviva da rifugio ai guerrieri fuggiti da Tahiti. Con la sua catena di otto alture che danno vita ad altrettante valli, era chiamata anche Fe’e, la “piovra”. Narra inoltre la leggenda che Tahiti faceva parte di Havai’i (Raiatea) e che, trasformata in pesce gigante, avrebbe visto la sua seconda pinna natatoria dorsale staccarsi e formare Mo’orea (“discendente”). Infine, il nome dell’isola deriverebbe dalla parola mo’o, “lucertola” e da rea, “gialla” e le sarebbe stato attribuito dalla famiglia reale Oropa’a di Tahiti che considerava le lucertole come divinità.

Tappa: 12 - Dal Giorno: 12 al Giorno 13 - La mattina si sbarca a malincuore dal Polynesia Dream. Camere a disposizione in hotel. In serata, trasferimento in aeroporto per il volo per Milano Malpensa via Los Angeles e Parigi  
La mattina, si sbarca a malincuore dal Polynesia Dream. Camere a disposizione all’hotel Namawa Suite (camere in day use dalla h. 9.00 alle h. 18.00). Tempo libero per relax, shopping, visita prima del trasferimento in serata in aeroporto per il volo per Milano Malpensa, via Los Angeles e Parigi. Pasti e pernottamento e bordo.

Tappa: 13 - Giorno: 14 - L'arrivo in Italia è previsto nel primo pomeriggio  
L’arrivo a Milano Malpensa è previsto nel primo pomeriggio.

PARTENZE


24/10/2017    

Prezzo del viaggio 6.379 Euro TUTTO INCLUSO

Iscrivendosi al club avrai molti vantaggi, tra cui riduzioni di prezzo variabili.
Il prezzo del viaggio per utenti che appartengono al:
LIVELLO 1: 6.379 Euro
LIVELLO 2: 6.262 Euro
LIVELLO 3: 6.145 Euro
LIVELLO 4: 6.027 Euro
LIVELLO 5: 5.910 Euro



Gallery


Richiedi un preventivo

Email*:  
Data Partenza:
Data Ritorno:
Numero Adulti:
Numero Bambini:
Aeroporto di Partenza:
Vuoi volare in business:
Budget:
Tipo Sistemazione:
Lingua Guida:
 
L'invio del presente modulo non comporta alcun impegno nei conforni di Kel 12 Travel S.p.A. Al ricevimento della richiesta, i nostri operatori provvederanno a contattarti per fornirti informazioni sulla disponibilita' del viaggio nel periodo prescelto insieme alle modalita' per effettuare l'eventuale prenotazione. I dati raccolti verranno trattati da Kel 12 Travel S.p.A. nel pieno rispetto della legge sulla privacy. Dichiaro di aver letto ed accettato le regole di tutela della privacy proposte da Kel 12 Travel S.p.A.

 

 

Servizi inclusi nelle quote viaggio

Prezzi quotati in euro e pertanto non soggetti ad adeguamento valutario.

 

La quota comprende:

 

  • Volo intercontinentale a/r Milano/Papeete via Parigi e Los Angeles in classe economica
  • Volo domestico Papeete/Raiatea
  • Transfers a/r aeroporto/hotel a Papeete
  • Transfers a/r aeroporto/catamarano
  • Pernottamento in hotel il giorno d’arrivo a Papeete con trattamento di prima colazione
  • Camera in day use il giorno della partenza da Papeete
  • Crociera di 11 giorni/10 notti in cabina doppia con a/c e bagno privato in un catamarano Lagoon 620 con trattamento di pensione completa
  • Cash Box
  • Due persone d’equipaggio: capitano e steward/cuoco
  • Assicurazione imbarcazione e passeggero (durante la crociera)
  • Attività acquatiche: equipaggiamento per snorkeling e disponibilità kayak
  • Tasse alberghiere e comunali

 

La quota non comprende:

 

  • Le bevande, le mance e il facchinaggio
  • I pasti a Papeete
  • Il visto d’ingresso (ottenibile all’ arrivo in aeroporto)
  • Eventuali tasse d’imbarco da saldare in loco alla partenza
  • Il pacchetto escursioni durante la crociera (quotato a parte)
  • Le tasse aeroportuali, il fuel surcharge, …
  • Quanto non specificato ne “La quota comprende”

 

Bene a sapersi

  • L’imbarco sul catamarano è previsto di sabato alla Marina Utoroa di Raiatea alle ore 12.00.
  • Sbarco il martedì alla Marina Taina di Tahiti, alle ore 08.00.
  • Dal 14 ottobre al 24 ottobre navigherete su un catamarano, modello Lagoon 620 che, dopo 24 stagioni in cui il nostro partner opera in Polinesia, ha ritenuto essere la scelta ottimale per questo tipo di crociere, perché offre ai viaggiatori un livello di comfort senza confronti e ampi spazi aperti. Ogni catamarano dispone di sei cabine, ognuna delle quali fornita di bagno privato e a/c. Gli spazi pubblici includono la plancia, il salone e dei trampolini a poppa:

 

 

 

 

 

 

 

 

  • Il catamarano dispone di due persone d’equipaggio: il capitano e una/o steward/cuoco/a.
  • Il cash box (obbligatorio) include:

la tassa del parco nazionale; le tasse turistiche e di soggiorno; tasse di ancoraggio; rifornimento di acqua, gas, diesel e prodotti freschi: varie ed eventuali.

  • Il pacchetto escursioni (facoltativo e a pagamento) include:

il pranzo BBQ tahitiano del giorno 4; la visita della fabbrica di perle e lo snorkeling per vedere la coltivazione del giorno 5; la visita guidata di Raiatea; cena nel ristorante con spettacolo polinesiano; visita guidata di Huahine; escursione safari a Moorea. Il pacchetto escursioni non è frazionabile.

  • L’itinerario potrà essere modificato per motivi tecnici o metereologici.
  • Il proprietario si riserva il diritto di dare un altro tipo d’imbarcazione con le stesse condizioni di comfort e servizio.
  • Durante la crociera saranno forniti cambi di asciugamani bagno e mare.
  • Per l'ingresso in Polinesia francese è necessario essere in possesso di passaporto con validità di almeno 6 mesi dalla data di rientro, ma, poiché nella maggior parte dei casi, l’ingresso in Polinesia francese avviene transitando dagli Stati Uniti, ci sono alcune ulteriori normative che stabiliscono i documenti di identità validi. Per l'ingresso negli Stati Uniti, ai cittadini italiani è richiesto un passaporto emesso con le seguenti modalità:
    • passaporto a lettura ottica, con validità di almeno 6 mesi dalla data di rientro che permette di transitare negli Stati Uniti fino a scadenza dello stesso senza richiedere il visto, solo e unicamente se lo stesso è stato emesso o rinnovato prima del 26 ottobre 2005.

 
• passaporto a lettura ottica con fotografia digitalizzata, con validità di almeno 6 mesi dalla data di rientro che permette di transitare negli Stati Uniti fino a scadenza dello stesso senza richiedere il visto, solo unicamente se lo stesso è stato emesso dopo il 26 ottobre 2005 e entro il 26 ottobre 2006.


• passaporto con chip elettronico, con validità di almeno 6 mesi che permette di transitare negli Stati Uniti fino a scadenza dello stesso senza richiedere il visto, solo e unicamente se lo stesso è stato emesso dopo il 26 ottobre 2006.

 

 

Potrebbero interessarti

Polinesia
ISOLE MARCHESI: LA TERRA DEGLI UOMINI
Polinesia
CROCIERA IN POLINESIA
Polinesia
CROCIERA IN POLINESIA
HAWAII Polinesia
Silver Explorer: da Honolulu a Papeete, sentieri polinesiani