LOGIN | REGISTRAZIONE | CERCA
 

L’ESSENZA DELLA PATAGONIA

AMERICHE / Argentina

 

Vi proponiamo un’idea di viaggio in Argentina, alla scoperta delle principali attrattive naturalistiche e culturali della Patagonia: visiterete Buenos Aires, la “Parigi sudamericana”, ammirerete i pinguini della penisola Valdes ed i rigogliosi boschi situati alla Fine del Mondo, concludendo il vostro tour con uno dei più spettacolari ghiacciai al mondo, il Perito Moreno. Il periodo ideale di effettuazione del viaggio è da settembre a marzo.

Vi invitiamo a contattarci per ricevere un preventivo dettagliato o per elaborare il viaggio su misura più adatto alle vostre esigenze e personalizzato secondo le vostre richieste, affidandovi alla nostra esperienza e profonda conoscenza della destinazione: vi assisteremo nella scelta del vettore aereo, delle strutture alberghiere e dei servizi consoni alle vostre necessità al fine di confezionare il vostro viaggio dei sogni.

 

 

 


Prezzo del Viaggio

Il prezzo di questo viaggio è ancora in fase di definizione

Per questo viaggio non sono previste riduzioni.

Il Club

Questo viaggio dà diritto a 98 Impronte del Club.
Scopri tutti i vantaggi di Kel 12 Circle: il club dei viaggiatori.

Durata

13 giorni e di 10 notti.

Partecipanti

Partenza garantita con minimo 2 persone e il gruppo sarà composto al massimo di 2 persone.

Itinerario di viaggio

Tappa: 1 - Giorno: 1 - Italia - Buenos Aires  
Partenza con volo notturno per Buenos Aires. Pasti e pernottamento a bordo.

Tappa: 2 - Giorno: 2 - Buenos Aires  
Arrivo e ricevimento in aeroporto. Trasferimento in hotel. Sistemazione. Nel pomeriggio visita della città percorrendo i luoghi più interessanti di Buenos Aires.Buenos Aires data dal 1536, quando vi giunse l’esploratore spagnolo Pedro de Mendoza con i suoi battelli e stabilì un accampamento sopra il Rio de la Plata. Oggi più del 40% della popolazione dell'Argentina (35 milioni di abitanti) vive in questa città. Il centro della città è rappresentato dalla Plaza de Mayo, nucleo dell’insediamento originale, risalente al 1580, dove si trovano la Casa Rosada (palazzo presidenziale), la Catedral Metropolitana, il Museo del Cabildo. E poi ancora il famoso Teatro Colòn che occupa un intero isolato; San Telmo, uno dei più interessanti quartieri di Buenos Aires, abitato soprattutto da artisti e bohemien; il quartiere de la Boca, che si sviluppò alla fine dell'800 lungo il porto, sulle rive spesso inondate dal fiume Riachuelo. I muri delle case del Caminito, popolare via pedonale, sono dipinti a colori vivaci con le vernici che avanzavano dalle navi in riparazione nel vicino porto.

Tappa: 3 - Giorno: 3 - Buenos Aires  
Giornata libera per effettuare un’escursione facoltativa al Tigre, una Festa Gaucha o conoscere Buenos Aires godendosi delle lezioni di cucina, musei o classi di tango. In serata, trasferimento a Esquina Carlos Gardel per apprezzare una cena e spettacolo dove si potrà sentire il magnetismo del tango.Partenza dall’hotel, verso la zona sud della città dove si trovano la maggior parte delle "tanguerias" .Il tango è la musica di Buenos Aires per eccellenza, le cui origini risalgono al 1880, nei quartieri poveri, abitati da immigranti italiani e spagnoli, neri e gauchos. Nonostante le sue umili origini, negli anni ‘20, il tango lasciò i bordelli e i bassifondi per raggiungere i salotti delle classi alte. Il quartiere dell’Abasto fu testimone della nascita artistica di un idolo indiscusso: Carlos Gardel, il “Morocho del Abasto”, che è diventato qui un’icona indiscussa del tango. Nel quartiere dell’Abasto, in un tratto di strada chiamato oggi con il suo nome e dove si trova una statua di Carlos Gardel, c’era un tempo un ristorante chiamato “El chanta cuatro”, frequentato da pittoreschi personaggi del mercato e dove Carlitos si riuniva con i suoi amici. Il ristorante aprì le sue porte nel 1893. Oggi, più di 100 anni dopo, la storia si ripete e nel ristorante tematico “Esquina Carlos Gardel”, il tango continua a vivere come allora. Un luogo squisitamente Art Nouveau che ricrea fedelmente i saloni più lussuosi dell’epoca, con supporti tecnici di ultima generazione, è una proposta artistica di altissimo livello e un’atmosfera leggendaria. Al termine rientro in hotel.

Tappa: 4 - Giorno: 4 - Buenos Aires - Puerto Madryn  
Trasferimento per imbarcarsi sul volo per Trelew. Arrivo e partenza verso la Riserva Faunistica di Punta Tombo, la più grande colonia di pinguini magellanici del continente. Proseguendo in direzione sud raggiungiamo Punta Tombo, un’area naturale protetta dove possiamo osservare i pinguini di Magellano. Quando arriva la primavera australe (che corrisponde al nostro autunno), in questo promontorio situato a 125 km a sud di Trelew, il pinguino di Magellano giunge al suo appuntamento annuale. Dopo un lunghissimo viaggio tocca terra per fare il suo nido. Da metà settembre a metà aprile si radunano qui più di un milione di esemplari e la zona diventa così la colonia di pinguini (pinguinera) continentale più grande del mondo.Nota bene: da metà Aprile a metà Settembre, la visita alla Pinguinera di Punta Tombo sarà sostituita da una visita alla Valle di Chubut, percorrendo Trelew, Gaiman ed altre cittadine gallesi.

Tappa: 5 - Giorno: 5 - Penisola Valdes  
L’intera giornata è dedicata alla visita della Penisola di Valdes, dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO grazie alla sua geografia, flora e fauna, caratteristiche che la rendono un paradiso naturale. A Puerto Piramides si avrà la possibilità di imbarcarsi per realizzare un avvistamento di balene, possibile da Giugno fino inizi di Dicembre (opzionale). Visita al Faro di Punta Delgada, insediamento naturale di leoni marini, e la Caleta Valdes, dove da un belvedere si potrà osservare la costa della penisola. Durante l’escursione si avrà la possibilità di avvistare la fauna locale. Rientro a Puerto Madryn.Dal 1999 la Penisola Valdes è sotto la tutela dell’Unesco per preservare il suo ecosistema unico al mondo. Si tratta di un territorio pianeggiante che si inoltra nell'Oceano Atlantico e costituisce una delle più importanti riserve di fauna marina e avicola al mondo. Data la sua estensione, ci vuole una giornata per visitarla e conoscere alcuni punti importanti per l’osservazione della fauna selvatica.Scarsamente abitata dagli uomini, questa terra arida dove si fonde il blu del cielo con il blu intenso delle sue acque, è territorio di guanachi, nandù e una grande varietà di specie di uccelli marini. Sulle sue coste frastagliate, a strapiombo sul mare, trovano rifugio molte specie di uccelli che giungono qui per svernare, attirati dal clima particolarmente favorevole alla riproduzione. Una delle maggiori attrattive di questo santuario naturale è la Balena Franca Australe (che arriva ogni anno nel mese di giugno e si può osservare fino a inizio dicembre; in questo periodo è possibile effettuare un’escursione facoltativa in barca per ammirare le balene da vicino.). Ma non è sola. Qui vive e continua a prosperare l’unica e imponente colonia continentale di Mirounga Leonina, meglio conosciuti come elefanti marini, per la caratteristica proboscide del maschio. L’epoca di arrivo di questi mammiferi comincia nel mese di luglio e da ottobre fino a gennaio è il periodo di maggior concentrazione (circa 1300 esemplari su tutta la penisola). Avremo modo di osservarli a Punta Delgada, mentre a Punta Norte vedremo una lòberia, colonia di leoni marini. Durante i trasferimenti, con un po’ di fortuna, potremo osservare anche altri animali come guanachi, nandù (struzzo sudamericano), volpi, armadilli e lepri patagoniche.

Tappa: 6 - Giorno: 6 - Puerto Madryn - Ushuaia  
Mattinata libera. Trasferimento dall’hotel all’aeroporto per imbarcarsi su un volo per Ushuaia. Arrivo e ricevimento. Trasferimento e sistemazione in hotel.

Tappa: 7 - Giorno: 7 - Ushuaia  
In mattinata escursione al Parco Nazionale della Terra del Fuoco, unico parco sulla costa in Argentina. Durante la visita si viaggerà sul treno della Fine del Mondo (opzionale). Partenza dall’hotel in direzione ovest verso il Parco Nazionale Terra del Fuoco, l’unico nel Paese con la costa sul mare, situato a 12 km dalla città di Ushuaia. Qui si può godere di una passeggiata con tante viste panoramiche del Canale di Beagle, incorniciate dal bellissimo paesaggio creato dalle falde della Cordigliera delle Ande, prima di sommergersi nell’oceano, e dal bosco andino-patagonico, formato da diverse specie di alberi – lengas, ciliegi, faggi, notros, ed altri ancora- e da diversi fiori come orchidee, violette e senecioni. Un percorso tra torba e dighe di castori conduce al Rio Lapataia ed alla Laguna Verde. Da qui si continua lungo la tratta finale della Ruta Nacional N°3 che finisce nella Bahia Lapataia. In questo luogo, i primitivi abitanti della zona hanno lasciato la loro testimonianza nei “concheros”, incredibili giacimenti archeologici che regalano interessanti informazioni sui loro antichi costumi. Da qui inizia il rientro a Ushuaia, facendo una sosta lungo la strada per ammirare il Lago Roca, caratterizzato dal colore delle sue acque, che varia a seconda del tempo. Nel pomeriggio si navigherà per il Canale di Beagle ammirando Isla de Lobos ed il Faro Les Eclaireurs. Partenza dall’hotel verso il molo turistico di Ushuaia, dove ci si imbarca su un catamarano per dirigerci verso l’Isla de los Lobos e l’Isla de los Pajaros, sulle acque del Canale di Beagle. Il percorso inizia navigando per la Bahia di Ushuaia da dove si ammira una vista splendida della città circondata dalle montagne. Alla fine della baia si attraversa il Paso Chico che indica l’inizio del mitico Canale di Beagle. Si costeggia il lato nord di questo canale, passando per l’Arcipelago Bridges, fino ad arrivare all’ Isla de los Pájaros, dove si possono ammirare le diverse specie di uccelli marini che abitano questa zona, come cormorani, albatros, anitre e gabbiani, tra i tanti. Più avanti si arriva all’Isla de los Lobos, dove risiede una colonia di leoni marini. Si tratta di un’occasione unica per ammirare nello stesso momento due tipi di leoni marini, e capire le loro differenze. Si arriva infine al Faro de Les Eclaireurs. Da qui inizia il rientro verso la città, e dopo lo sbarco si rientra in hotel. L’escursione, della durata di 2 ore e mezza circa, prevede una guida a bordo parlante spagnolo/inglese condivisa con gli altri ospiti della barca.

Tappa: 8 - Giorno: 8 - Ushuaia - El Calafate  
All’ora prestabilita, trasferimento all’aeroporto per imbarcarsi su un volo per El Calafate. Arrivo e ricevimento in aeroporto. Trasferimento e sistemazione in hotel.

Tappa: 9 - Giorno: 9 - El Calafate  
Partenza dall’hotel fino al Ghiacciaio del Perito Moreno, dentro al Parco Nazionale Los Glaciares. Grazie alla sua bellezza, è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO. Durante l’escursione, una camminata lungo le passerelle situate di fronte al ghiacciaio permetterà di ammirare questa meraviglia della natura da diversi punti. Questa escursione si può accompagnare con una navigazione di un’ora, il Safari Nautico (opzionale), che permette di apprezzare una prospettiva differente del ghiacciaio. Tempo libero per il pranzo (non incluso). Nel pomeriggio rientro in hotel.Per le sue caratteristiche estetiche e naturali uniche al mondo, fu incorporato nel 1981 nella lista dei Patrimoni Mondiali dell’Umanità dall'UNESCO. Dal “hielo continental”, l'immensa massa di ghiaccio della calotta della cordigliera delle Ande, si distaccano 47 formazioni glaciali fra le quali figurano i ghiacciai Viedma, Upsala, Onelli e il celeberrimo Perito Moreno, che costituisce il motivo principale della nostra visita. E’ uno dei pochi ghiacciai esistenti sulla terra che avanza e non retrocede come avviene per la maggior parte di essi: si allunga di circa 100 metri all'anno. Situato fra il Brazo Rico e il Canal de los Tempanos, ha un fronte di 5 km e un'altezza di 60 metri sopra il livello dell'acqua del braccio meridionale del Lago Argentino. La vista è impressionante e il rumore provocato dallo stridere delle masse di ghiaccio e, a volte, da improvvise rotture, regala la sensazione di essere di fronte a un gigante vivo e sarà uno dei ricordi più emozionanti che porteremo con noi.

Tappa: 10 - Giorno: 10 - El Calafate  
Giornata libera a disposizione dei clienti per attività individuali. Possibilità di navigare tra gli iceberg o godervi il paesaggio millenario del Chalten o Torres del Paine.

Tappa: 11 - Giorno: 11 - El Calafate - Buenos Aires  
All’ora prestabilita, trasferimento all’aeroporto per imbarcarsi su un volo per Buenos Aires. Arrivo e ricevimento. Trasferimento e sistemazione in hotel.

Tappa: 12 - Giorno: 12 - Buenos Aires - Italia  
All’ora prestabilita, trasferimento all’aeroporto per imbarcarsi sul volo programmato. Pernottamento a bordo.

Tappa: 13 - Giorno: 13 - Italia  
Arrivo in Italia.


Gallery


Richiedi un preventivo

Email*:  
Data Partenza:
Data Ritorno:
Numero Adulti:
Numero Bambini:
Aeroporto di Partenza:
Vuoi volare in business:
Budget:
Tipo Sistemazione:
Lingua Guida:
 
L'invio del presente modulo non comporta alcun impegno nei conforni di Kel 12 Travel S.p.A. Al ricevimento della richiesta, i nostri operatori provvederanno a contattarti per fornirti informazioni sulla disponibilita' del viaggio nel periodo prescelto insieme alle modalita' per effettuare l'eventuale prenotazione. I dati raccolti verranno trattati da Kel 12 Travel S.p.A. nel pieno rispetto della legge sulla privacy. Dichiaro di aver letto ed accettato le regole di tutela della privacy proposte da Kel 12 Travel S.p.A.

 

 

Servizi inclusi nelle quote viaggio

Questi prezzi sono ancorati al rapporto di cambio (1 Euro = 1,10 USD) e possono essere soggetti ad adeguamento valutario (valgono le condizioni di vendita da catalogo).

 

LA QUOTA COMPRENDE:

 

  • Passaggi aerei intercontinentali in classe turistica
  • Passaggi aerei domestici in classe turistica
  • Franchigia bagaglio
  • Trasferimenti privati con guide locali parlanti italiano in ogni località
  • Sistemazione in camera doppia in hotel con trattamento di pernottamento e prima colazione
  • Visite private con guide locali parlanti italiano come da programma
  • Ingressi a parchi

 

LA QUOTA NON COMPRENDE:

 

  • Tasse aeroportuali e fuel surcharge
  • Tasse di uscita
  • Early check-in e late check-out
  • Tasse aeroportuali locali
  • Mance, bevande, spese extra personali in genere
  • Le escursioni facoltative
  • Tutto quanto non espressamente indicato nel programma e al paragrafo “La quota comprende”

 

 

Bene a sapersi

Suggerimenti generali

 

E’ buona norma provvedere a fotocopiare il passaporto, il biglietto aereo, dotarsi di 2 foto formato tessera. Ciò può rivelarsi utile in caso di smarrimento dei documenti), e va conservato in posti diversi da quelli degli originali.

Un accorto viaggiatore non dimentica mai nulla che possa rivelarsi utile sulla base di precedenti esperienze di viaggio, (inclusa una sufficiente adattabilità ad usi, norme, alimentazione, ritmi… a volte contrastanti la nostra quotidianità).

Nel caso le nostre indicazioni non fossero sufficienti in un qualsiasi aspetto del programma, contattateci per richiedere specificazioni anche su questioni che a casa appaiano secondarie, ma che in corso di viaggio potrebbero rivelarsi importanti.

 

Potrebbero interessarti

Argentina Sud Africa
Silver Cloud Expedition: da Ushuaia a Cape Town, Transatlantica
Antartide Argentina
CROCIERA VERSO IL CIRCOLO POLARE ANTARTICO A BORDO DI MS FRAM
Argentina
LA PUNA ARGENTINA: L'ALTOPIANO DAI MILLE COLORI
Argentina
LA PUNA TRA MONTAGNE COLORATE, DESERTI E LAGUNE

Articoli Correlati

Argentina Brasile
200 volte Argentina
Australia
Il primo hotel astrologico al mondo
Danimarca Giappone India Italia Vietnam
In viaggio dentro al Circle
Argentina Brasile
200 volte Argentina