LOGIN | REGISTRAZIONE | CERCA
 

LOFOTEN E OSLO: LUCI D’INVERNO

EUROPA / Norvegia

UNA PRIMA KEL 12

Trascorrere qualche giornata invernale a una latitudine media di 68° potrebbe sembrare un’idea folle. Lo è sicuramente per chi cerca il relax totale, per chi va a caccia di caldi raggi solari. Al contrario, chi apprezza un minimo di avventura, chi al sole chiede non calore ma particolari effetti di luce e chi non si spaventa a dover indossare una calzamaglia apprezzerà senz’altro un viaggio in inverno nelle regioni norvegesi.
Il titolo del viaggio è in realtà riduttivo. Se è vero che le protagoniste principali sono proprio le tonalità e i giochi di luce che solo in questo periodo dell’anno e solo a queste latitudine possiamo ammirare, è limitativo parlare solo di Lofoten in quanto l’itinerario attraversa anche le isole Vesterålen, appena a nord delle prime, e si conclude a Oslo, capitale della Norvegia.
Alle Lofoten i mesi invernali sono bui e freddi, tuttavia a partire da febbraio le giornate si allungano, anche se il sole rimane ancora basso all’orizzonte (alba: 10.00, tramonto 16.45), per poi diventare quasi “normali” a marzo (alba: 8.00, tramonto 17.40). Febbraio e marzo, quindi, sono i mesi migliori per una visita invernale alle isole.
In qualsiasi data si decida di partire, ci si appresta ad assistere (con un po’ di fortuna) ad uno degli spettacoli naturali più emozionanti: l’aurora boreale già di per sé è entusiasmante, ma qui è resa ancor più eccezionale dai meravigliosi scenari delle isole. Non molti altri luoghi “proiettano” la danza di colori con montagne innevate, spiagge e oceano sullo sfondo. Esiste garanzia di avvistare l’aurora boreale? Naturalmente no e sarebbe comprensibile un minimo di delusione; ma solo un minimo. Qui l’aurora boreale è un bonus di un paesaggio già eccezionale. Attraversiamo, poi, in volo buona parte della Norvegia per atterrare nella sua capitale. Situata nella zona orientale della costa sud, Oslo è una delle capitali più vivibili del mondo. Il centro raccolto, il verde dei parchi spruzzato dal bianco della neve, una nutrita serie di musei, gli eventi culturali, gli spettacoli teatrali e musicali e un vecchio molo ridisegnato come principale punto di ritrovo per la popolazione garantiscono una vita sociale davvero soddisfacente. Dedicheremo un’intera giornata alla sua visita cercando di cogliere parte dell’essenza.

 


Prezzo del Viaggio

A partire da: 2300 Euro

Questo viaggio prevede le riduzioni del Club, scopri con il tuo consulente quelle a te dedicate. Att.ne la riduzione è applicabile solo nei punti vendita e agenzie di viaggio che aderiscono al circuito Circle Travel

Il Club

Questo viaggio dà diritto a 75 Impronte del Club.
Scopri tutti i vantaggi di Circle Travel: il club dei viaggiatori.

Durata

7 giorni e di 6 notti.

Partecipanti

Partenza garantita con minimo 6 persone e il gruppo sarà composto al massimo di 8 persone.

Itinerario di viaggio

Tappa: 1 - Giorno: 1 - Partenza da Milano per Bodo  
Partenza da Milano per Bodø con voli di linea. All’arrivo, trasferimento e sistemazione in albergo. Siamo già oltre il Circolo Polare Artico e una passeggiata serale ci introduce nell’ambiente artico.Pernottamento presso il Thon Hotel Nordlys o similare.

Tappa: 2 - Giorno: 2 - Introduzione alle isole Lofoten  
Di buon mattino, riprendiamo l’aereo e atterriamo nella cittadina di Svolvær: siamo finalmente nell’arcipelago delle Lofoten. Appena il tempo di ritirare il nostro minivan e lasciare il bagaglio al resort e la nostra avventura ha inizio. A bordo di un RIB (un gommone a fondo rigido) solchiamo il mare interno delle isole e ci intrufoliamo nello stretto e scenografico Trollfjord, dove con un po’ di fortuna potremo osservare la fierezza delle aquile di mare. Dopo pranzo iniziamo a conoscere le isole e la loro storia presso il Museo delle Lofoten nella vicina Storvågan (da verificare gli orari di apertura) e il fotogenico villaggio di Henningsvær, definita con buona dose di immaginazione la “Venezia delle Lofoten”.Se dopo cena non siamo stanchi e il freddo non ci spaventa, individuiamo con il nostro mezzo un luogo dove confidare nell’avvistamento dell’aurora boreale.Pernottamento presso Svinoya Rorbuer.

Tappa: 3 - Giorno: 3 - I meravigliosi contrasti delle Lofoten  
Partiamo quando è ancora buio, ma in questo periodo dell’anno il sole si alza tardi, in modo da approfittare di tutte le ore di luce disponibili per gustarci i numerosi contrasti offerti da queste meravigliose isole, le cui piccole spiagge incontaminate sono protette da alte montagne, coperte dal manto nevoso in questo periodo. In base anche alle condizioni meteo scegliamo i luoghi da visitare, ma sicuramente non manchiamo di soffermarci ad Å i Lofoten, il villaggio più meridionale dell’arcipelago, escluse le due isole di Røst e Værøy. Å, come è più semplicemente noto il villaggio, è uno dei luoghi più incantevoli dell’arcipelago; la passeggiata tra i moli e i pontili è davvero piacevole, tanto che numerosi edifici appartengono al Museo del Villaggio di Pesca. Reine è da diversi anni uno dei luoghi più fotografati di Norvegia: il paese è racchiuso da una serie di montagne alte in media 500 m e avvolte dalla neve, che conferisce al paesaggio un’atmosfera fiabesca. Una deviazione obbligata è quella che porta a Nusfjord, eletta comunità meglio conservata dell’intera Norvegia nel 1975; ormai sono trascorsi diversi anni, ma il fascino del villaggio è rimasto immutato.È la volta della costa occidentale, quella più selvaggia perché battuta dai venti e dalle impetuose onde del mare. Ci soffermiamo in un paio di spiagge molto fotogeniche anche in inverno e poi seguiamo una deviazione per Eggum, un villaggio disteso su un basso litorale con alle spalle imponenti montagne che regalano al paesaggio una sensazione mista di protezione e minaccia.Pernottamento presso Svinoya Rorbuer.

Tappa: 4 - Giorno: 4 - Vesteralen, dove osano le balene  
La sveglia suona presto in quanto abbiamo un po’ di strada da percorrere e un appuntamento da rispettare. Durante il percorso abbandoniamo le isole Lofoten per entrare in quelle delle Vesterålen, con meta finale Andenes. La cittadina non prevede attrattive particolari, eppure rappresenta una tappa pressoché obbligata per coloro che viaggiano nella Norvegia settentrionale. Da qui partono le migliori escursioni per l’avvistamento dei capodogli, ma noi approfittiamo del periodo invernale per tentare l’avvicinamento ad altre specie presenti in questi mari solo tra novembre e marzo, quando gruppi di orche, megattere e balenottere comuni seguono i grandi banchi di aringhe spostarsi nell’Andfjord. L’escursione dura quasi 3 ore e si svolge a bordo di un RIB, un’imbarcazione che consente di avvicinarsi molto agli animali e, almeno statisticamente, riduce il rischio di mal di mare. Al termine dell’escursione ci mostreremo le immagini scattate intorno a un caffé fumante, magari accompagnato da un buon dolce. Una piacevole passeggiata tra i variopinti edifici di Andenes conclude la giornata. Dopo cena possiamo recarci in minivan alla vicina spiaggia di Bleik, dove fissare il cielo scuro sperando che si manifesti il fenomeno dell’aurora boreale.Pernottamento presso Sea cabins Lankaholmen.

Tappa: 5 - Giorno: 5 - Verso sud  
Lasciamo il minivan in aeroporto per imbarcarci sul volo (con scalo) che ci porta a Oslo. Nel pomeriggio, dopo aver depositato i bagagli in hotel, proviamo un primo assaggio della capitale.Pernottamento presso il Thon Hotel Opera o similare.

Tappa: 6 - Giorno: 6 - Oslo, la capitale norvegese  
Il mattino un mezzo privato ci porta alle penisola di Bigdøy, sede di alcuni interessanti musei. Il Museo Fram è costruito letteralmente intorno a una storica imbarcazione, la Fram appunto. La nave polare è entrata nella storia mondiale delle esplorazioni grazie alla sua forma e agli uomini che l’hanno comandata, accomunati dalla grande passione per le regioni polari e dalla sete di conoscenza e avventura. Camminare sul suo ponte e visitarne gli spazi interni ci fa sognare di navigare mari freddi e scoprire lande sconosciute. Il Museo delle Navi Vichinghe è un museo di straordinaria importanza in quanto le navi esposte sono considerate tra i reperti archeologici più preziosi mai ritrovati in Norvegia, con le due meglio conservate imbarcazioni vichinghe del mondo intero, risalenti al IX secolo. Prima di abbandonare Bigdøy, se il tempo non ci è nemico, facciamo due passi in quello che è considerato tra i primi musei all’aperto del mondo, il Museo delle Tradizioni Norvegesi. Sono ben 155 gli edifici che ripercorrono la vita dei norvegesi dal 1500 ad oggi; tra questi, probabilmente il più apprezzato è la chiesa in legno di Gol del XIII secolo. Il bus privato ci lascia nel moderno quartiere di Aker Brygge, affacciato sul porto turistico, dove scegliamo un locale per il pranzo. Il pomeriggio è libero e ognuno può scegliere le opzioni più gradite, che davvero non mancano: il Parco Frogner, da raggiungere con mezzo pubblico, è un luogo davvero unico grazie all’incredibile fantasia dell’artista Gustav Vigeland, che in oltre 30 anni realizzò ben 212 sculture, la maggior parte delle quali esprime i diversi stati dell’animo umano; il Museo Munch, raggiungibile in metropolitana, è completamente dedicato alle opere del più celebre artista norvegese; il Palazzo del Municipio, il Centro Nobel per la Pace e alla Fortezza di Akershus sono distanti poche decine di metri da Aker Brygge; la via principale, con locali e negozi di vario tipo, corre tra la Cattedrale e il Palazzo Reale. Insomma, non c’è che l’imbarazzo della scelta.Pernottamento presso il Thon hotel Opera o similare.

Tappa: 7 - Giorno: 7 - Partenza da Oslo per il rientro in Italia  
In tarda mattinata raggiungiamo l’aeroporto con bus privato e ci imbarchiamo per il rientro in Italia.1. Trollfjord: aquila di mare 2. Whale Watching 3. Oslo: il parco Vigeland


Gallery


Richiedi un preventivo

L'invio del presente modulo non comporta alcun impegno nei conforni di Kel 12 Travel S.p.A. Al ricevimento della richiesta, i nostri operatori provvederanno a contattarti per fornirti informazioni sulla disponibilita' del viaggio nel periodo prescelto insieme alle modalita' per effettuare l'eventuale prenotazione. I dati raccolti verranno trattati da Kel 12 Travel S.p.A. nel pieno rispetto della legge sulla privacy. Dichiaro di aver letto ed accettato le regole di tutela della privacy proposte da Kel 12 Travel S.p.A.








Servizi inclusi nelle quote viaggio

 

Questi prezzi sono ancorati al rapporto di cambio (1 euro= 9,1 NOK) e possono essere soggetti ad adeguamento valutario (valgono le condizioni di vendita da catalogo). La percentuale della quota pagata in valuta estera è del 80% del prezzo del viaggio.

 

 

La quota comprende:

  • Voli Sas da/per Milano Malpensa in classe turistica speciale
  • Sistemazione negli alberghi e resort indicati o similari inclusa prima colazione
  • Trasferimento da e per l’aeroporto di Bodø con bus privato
  • Noleggio minivan durante il soggiorno alle isole e carburante
  • Trasferimento da e per l’aeroporto di Oslo con bus privato
  • Bus privato per visita di Oslo la mattina del 6° giorno
  • Escursione in RIB (gommone a fondo rigido) nel Trollfjord
  • Escursione in RIB (gommone a fondo rigido) per l’avvistamento delle balene
  • Ingressi ai seguenti musei: Museo Fram, Museo delle Navi Vichinghe e Museo delle Tradizioni Norvegesi
  • Esperto Kel 12 al raggiungimento del numero minimo di partecipanti

 

 

La quota non comprende:

  • Tasse aeroportuali
  • I pasti e le bevande ai pasti
  • Extra di carattere personale
  • Tutto quanto non indicato nel paragrafo "la quota comprende"

 

Bene a sapersi

 

  • Un prima Kel12 per scoprire le isole Lofoten e Vesterålen e la città di Oslo in una stagione diversa. Un viaggio breve in compagnia del nostro esperto per muoversi in tutta tranquillità durante l'inverno norvegese e in pochi giorni visitare le aree più note dei due arcipelaghi e della capitale della Norvegia.

 

  • Il piccolo gruppo (sono previsti max. 8 persone per ogni partenza) consentirà una maggiore flessibilità dell'itinerario che si potrà adattare alle esigenze dei partecipanti.

 

  • Tutti gli spostamenti all’interno delle isole Lofoten e Vesterålen, compresi i trasferimenti da e per gli aeroporti di Svolvær e Andenes, sono effettuati con una sola vettura tipo Volkswagen Caravelle 9 posti o similare.

 

  • L’itinerario si snoda lungo strade tortuose e in inverno. In considerazione della particolare morfologia del paese i tempi di percorrenza sono più lunghi rispetto a quelli italiani; inoltre il codice della strada norvegese prevede limiti di velocità molto bassi, non sono ammesse deroghe e viene fatto rispettare con estremo rigore.

 

  • Il programma può subire piccole variazioni in base alle condizioni meteorologiche costantemente monitorate dal nostro esperto, la cui priorità è quella di tutelare al massimo il benessere ed il comfort di ogni partecipante.

 

  • Il viaggio è adatto a tutti, tuttavia spirito di avventura, una buona capacità di adattamento ad ambienti e situazioni climatiche per noi inusuali ed un sufficiente desiderio di provare emozioni del tutto nuove sono peraltro necessari per meglio apprezzare i contenuti del viaggio.

 

  • Nei due arcipelaghi ci sono prevalentemente piccoli alberghi di categoria turistica e simpatiche (e ben attrezzate) casette di pescatori che offrono camere semplici e funzionali con servizi privati; per questo viaggio abbiamo selezionato alcune strutture di livello superiore, dotate di comfort e servizi maggiori, che possono rendere più piacevole il viaggio. Presso Andenes (4° notte), però, la scelta è molto limitata, in particolar modo nel periodo invernale.

 

  • Le aurore boreali sono fenomeni naturali del tutto imprevedibili, sottoposti alle bizze occasionali del sole e alle condizioni meteo. Per questo motivo nessuno può garantire che saranno visibili una certa sera e in un determinato luogo.

 

  • A bordo dei voli Sas pasti e bevande sono a pagamento.

 

 

 

Potrebbero interessarti

Isole Svalbard Norvegia
Silver Explorer: dalle Svalbard a Tromso
Norvegia
CROCIERA DA KIRKENES A BERGEN - ROTTA SUD
Danimarca Norvegia
Silver Spirit: Copenhagen e Fiordi Norvegesi
Isole Svalbard Norvegia
Silver Cloud Expedition: l'estremo Nord dell'Europa

Articoli Correlati

Antartide Islanda Isole Svalbard
La scomparsa del Circolo Polare Artico
Austria Italia Svizzera
Sciare sulle Dolomiti Paganella
Danimarca Giappone India Italia Vietnam
In viaggio dentro al Circle
Albania Balcani Grecia Italia Kosovo Macedonia
Fatti colossi per ritrovare se stessi
Italia
Le giornate della sogliola in Istria