LOGIN | REGISTRAZIONE | CERCA
 

“NELLA TERRA DEI PRIMATI”, l’incontro con i gorilla di montagna

AFRICA / Rwanda

 Un viaggio completo nell’Africa sconosciuta e selvaggia dell’Equatore. “Il” viaggio in uno degli ultimi santuari rimasti per incontrare primati d’eccezione quali il gorilla di montagna e lo scimpanzé… Un’emozione unica! Ma anche parchi e paesaggi, foreste dense e grandi spazi, corsi d’acqua e grandi piantagioni, vulcani e villaggi di uomini. Cercheremo il raro rinoceronte bianco nel Ziwa Rhino Sanctuary, visiteremo il Murchison Falls National Park, diviso in due dal lento Nilo Vittoria e poi i leggendari Ruwenzori, le “montagne della luna”, e poi ancora la foresta tropicale del Kibale Forest National park. E dopo tutto questo, infine il Rwanda, con i suoi panorami mozzafiato e la sua vegetazione esuberante; un’Africa spettacolare, di grandi emozioni, ma allo stesso tempo dolce e sorridente… Il Parc National des Volcans e “l’incontro” con i gorilla: il momento più intenso! Riuniti in famiglie, guidati da un possente maschio anziano dal dorso argenteo; curiosi e allegri, accettano di essere avvicinati se in compagnia dei rangers che riconoscono amici… Urla, boccacce, parodie di assalto sono solo un modo per ricordarci che siamo “ospiti”. Il viaggio nella terra che Winston Churchill definì “dall’inizio alla fine un bellissimo giardino, la Perla dell’Africa”
 


Prezzo del Viaggio

A partire da: 3590 Euro

Questo viaggio prevede le riduzioni del Club, scopri con il tuo consulente quelle a te dedicate. Att.ne la riduzione è applicabile solo nei punti vendita e agenzie di viaggio che aderiscono al circuito Kel 12 Circle

Il Club

Questo viaggio dà diritto a 140 Impronte del Club.
Scopri tutti i vantaggi di Kel 12 Circle: il club dei viaggiatori.

Durata

13 giorni e di 11 notti.

Partecipanti

Partenza garantita con minimo 5 persone e il gruppo sarà composto al massimo di 6 persone.

Itinerario di viaggio

Tappa: 1 - Giorno: 1 - Milano - Bruxelles  
Partenza da Milano Linate per Bruxelles con volo linea Brussels delle ore 12.00.Arrivo alle 13.35 e trasferimento libero in albergo.Sistemazione nell’albergo riservato (albergo da definire).Pernottamento.

Tappa: 2 - Giorno: 2 - In viaggio per Entebbe  
In mattinata partenza con volo di linea per Entebbe. All’arrivo, previsto in serata, incontro con la guida e trasferimento in hotel per il pernottamento. Pasti liberi.Pernottamento presso il Cassia Lodge HYPERLINK "http://www.cassialodge.com/" http://www.cassialodge.com/

Tappa: 3 - Giorno: 3 - Partenza per Mabamba Swamp e quindi al Ziwa Rhino Sanctuary  
Prima colazione e partenza per la zona di Mabamba alla ricerca del “Shoebill Stork” - il “Becco a Scarpa” un grande HYPERLINK "https://it.wikipedia.org/wiki/Uccello" \o "Uccello" uccello HYPERLINK "https://it.wikipedia.org/wiki/Pelecaniformes" \o "Pelecaniformes" pelecaniforme, unica HYPERLINK "https://it.wikipedia.org/wiki/Specie" \o "Specie" specie della HYPERLINK "https://it.wikipedia.org/wiki/Famiglia_(tassonomia)" \o "Famiglia (tassonomia)" famiglia Balaenicipitidae e del HYPERLINK "https://it.wikipedia.org/wiki/Genere_(tassonomia)" \o "Genere (tassonomia)" genere Balaeniceps.Il suo nome deriva dal suo grande HYPERLINK "https://it.wikipedia.org/wiki/Becco" \o "Becco" becco della vaga forma di una HYPERLINK "https://it.wikipedia.org/wiki/Scarpa" \o "Scarpa" scarpa. A causa della sua anatomia, in passato fu classificato come un HYPERLINK "https://it.wikipedia.org/wiki/Ciconiiformes" \o "Ciconiiformes" Ciconiiformes, sebbene tutt'oggi le sue vere affiliazioni con gli altri uccelli sono piuttosto ambigue. Oggi alcuni ricercatori lo classificano come un HYPERLINK "https://it.wikipedia.org/wiki/Pelecaniformes" \o "Pelecaniformes" Pelecaniformes. Gli esemplari adulti presentano un bellissimo piumaggio grigio cenere, mentre i nidiacei presentano una peluria marroncina. Vive negli ambienti tropicali dell'est dell' HYPERLINK "https://it.wikipedia.org/wiki/Africa" \o "Africa" Africa, nelle grandi paludi dal HYPERLINK "https://it.wikipedia.org/wiki/Sudan" \o "Sudan" Sudan alla HYPERLINK "https://it.wikipedia.org/wiki/Zambia" \o "Zambia" Zambia.Pranzo pic-nic e proseguimento per lo Ziwa Rhyno Sanctuary.Sistemazione presso l’ Amuka Lodge HYPERLINK "http://www.amukalodgeuganda.com/" http://www.amukalodgeuganda.com/Pernottamento.

Tappa: 4 - Giorno: 4 - Ziwa Rhino Sanctuary - Murchison Falls  
Al mattino visita allo Ziwa Rhino Sanctuary per un possibile incontro ravvicinato con i rinoceronti a piedi! Creato da pochi anni, oggi è la sede di un importante programma di “breeding” di rinoceronti bianchi, per poi poterli reintrodurre anche nei parchi nazionali. L’Uganda ospitava la sub-specie nordica del rinoceronte bianco e la sub-specie orientale del rinoceronte nero, tuttavia entrambi si estinsero durante gli anni di Idi Amin. Continuazione via Masindi fino al Murchison Falls National Park che coi suoi 3.840 kmq costituisce il parco più esteso del Paese. La riserva si trova ad un’altitudine compresa fra i 500 e i 1.290 m. ed è divisa in due dal Nilo Vittoria che l’attraversa da est ad ovest mentre va a gettarsi nel Lago Albert, prima di proseguire il proprio corso verso il Sudan e il Mediterraneo. Quando Sir Samuel Baker si trovò di fronte a questa incredibile esplosione d’acqua, ovvero le cascate più selvagge dell’intera lunghezza del Nilo Bianco (6.700 km circa), diede loro il nome Murchison Falls in onore dell’allora presidente della Royal Geographical Society britannica. Pensione completa e pernottamento in lodge (Paraa Lodge).

Tappa: 5 - Giorno: 5 - Parco di Murchison Falls  
Al mattino partenza per una delle escursioni più speciali del tour: l’uscita in barca lungo il Nilo verso le cascate. Oltre alla spettacolare e abbondante avifauna, molto probabili sono gli incontri con ippopotami, coccodrilli ed elefanti. Le cascate e il punto dove il fiume è costretto a passare attraverso una gola larga appena 6 metri prima del salto di 40 metri sono indubbiamente uno spettacolo incredibile. Rientro per alcune ore di piacevole relax nel meraviglioso ambiente del lodge. Nel pomeriggio partenza per un game drive nella zona settentrionale del parco. Possibilità di incontrare antilopi kobus, bufali, giraffe, elefanti, facoceri e, con un po’ di fortuna, anche predatori quali il leone e il leopardo. Pensione completa e pernottamento in lodge (Paraa Lodge).

Tappa: 6 - Giorno: 6 - Murchison - Fort Portal  
Partenza di primissima mattina per la regione dei leggendari Ruwenzori, ovvero “le montagne della luna”. Bello il paesaggio che ci rende partecipi della vita dei villaggi e ci offre incredibili scorci della Great Rift Valley Occidentale: i fieri pastori Alur, i campi di manioca e cotone, tabacco e patate, gli zebù al pascolo, le palme borassus centenarie, le vallate e gli altopiani, le verdi piantagioni di te’, … ecco l’Uganda profondo, quello delle campagne e dei villaggi attraversati da una lenta pista in laterite. Nel tardo pomeriggio arrivo a Fort Portal.Mezza pensione e pernottamento in hotel (Mountains of the Moon Hotel).

Tappa: 7 - Giorno: 7 - Parchi di Kibale e Queen Elizabeth  
Ecco il Kibale Forest National Park, un’affascinante foresta tropicale di 766 kmq che è l’habitat ideale di ben 12 specie di primati ed ha la più alta densità di primati della terra. Durante la visita è possibile venire a contatto con scimpanzé, babbuini, colobus bianchi e rossi, ecc … Anche se vedere gli scimpanzé non è facilissimo, è quasi garantito il riuscire a sentirli. Gli alberi, alcuni alti ben 50-60 metri, offrono anche riparo e rifugio alle coloratissime farfalle (144 specie) e alla variegata avifauna (325 le specie identificate). Sebbene sia molto raro vederli, il parco ospita la più numerosa popolazione di elefanti di foresta del Paese ed è la “casa” di antilopi bushbuck, duiker e bufali. Escursione guidata in foresta (leggero trekking) e continuazione per il Queen Elizabeth National Park con un primo fotosafari sulla via per il lodge. Pensione completa e pernottamento in lodge (Mweya Lodge).Nota bene: Tempo a disposizione permettendo sarà possibile una passeggiata presso la piccola riserva di Bigodi che ospita diverse specie di primati come il colobus rosso, il babbuino bianco e nero (supplemento da pagare in loco di circa 30 dollari)

Tappa: 8 - Giorno: 8 - Queen Elizabeth National Park  
Il parco, situato ad ovest della Rift valley, si estende su una superficie di ca 2.000 kmq ed è formato da una combinazione di diversi ecosistemi dove l’acqua è sicuramente l’elemento dominate; i due grandi laghi Edward e George, il canale di Kazinga e d una serie di bacini lacustri di origine vulcanica creano l’habitat ideale per una ricca fauna ed avifauna. Iniziamo i game drive alla ricerca di prede e predatori nel settore di Mweya ed effettueremo anche un boat safari lungo il Kazinga Channel, che ci offrirà la possibilità di ammirare non solo un meraviglioso paesaggio ma anche grossi e sonnolenti ippopotami, grandi coccodrilli, bufali, antilopi e, soprattutto, la profusione di uccelli. Pensione completa e pernottamenti in lodge (Mweya Lodge). Nota bene: l’ordine delle attività potrebbe essere invertito

Tappa: 9 - Giorno: 9 - In viaggio verso il Bwindi National Park  
Dopo la colazione, si lascia il parco attraverso le estese savane che riservano sorprese nei paesaggi incantevoli e nel numero di animali, con mandrie di bufali, elefanti, antilopi topi e cobi ugandesi. La particolarità, tuttavia, è la possibilità di vedere i caratteristici leoni che si arrampicano sugli alberi di Ficus nelle ore calde della giornata, per riposarsi. Uno spettacolo eccezionale anche se non facile da trovarsi. Pranzo e nel pomeriggio proseguimento del viaggio verso il sud ovest dell’Uganda, dove si trovano le foreste tropicali che ospitano la popolazione dei gorilla di montagna rimanente al mondo. Raggiungeremo un’altitudine di circa 2300 metri tra la foresta. La scelta dell’area in cui vedere i gorilla dipenderà dalla disponibilità dei permessi in quel determinato giorno. Arrivo nel parco nazionale di Bwindi per la cena e pernottamento Cena e pernottamento in lodge (Chamaleon Hill Resort) Nota: Il trasferimento della giornata varia a seconda del luogo del tracking; la scelta del lodge a Bwindi varia a seconda della localizzazione dei permessi gorilla, essendoci a Bwindi 4 differenti luoghi del tracking.

Tappa: 10 - Giorno: 10 - Bwindi, il primo magico incontro con i gorilla di montagna  
Presto al mattino entriamo nella foresta di Bwindi per il gorilla tracking. Quest’attività comincia alle 8 del mattino dal quartier generale dell’UWA (Uganda Wildlife Authority), dove incontreremo le guide e i portatori. Il tempo impiegato e il terreno percorso per incontrare i gorilla varia a seconda dei movimenti di questi meravigliosi primati. Il brivido provocato dall’incontro con questi gentili giganti è una rara, movimentata ed eccitante avventura che ci lascerà un ricordo indelebile. Vegetariani, pacifici e amanti delle foreste umide, i gorilla vivono in famiglie composte da 8-20 individui comprendenti ognuna un maschio dominante – il famoso “silverback” -, alcune femmine adulte e vari piccoli. Il maschio dal dorso argentato può arrivare ad un peso di 250 chili e ad un’altezza di 1,70 m. Momento intenso, momento unico. Avremo con noi acqua a sufficienza e il pranzo al sacco. Una buona forma fisica è raccomandabile. Dal momento in cui si raggiunge la famiglia di gorilla si può trascorrere in loro compagnia solo 1 ora, finito questo tempo il ranger condurrà il gruppo fuori dalla foresta. Nel pomeriggio se rimane tempo a sufficienza organizziamo una camminata guidata nella comunità locale oppure un incontro con il personale del parco per approfondire il tema della conservazione dei gorilla di montagna.Cena e pernottamento in lodge (Chamaleon Hill Resort)

Tappa: 11 - Giorno: 11 - Verso il lago Kivu  
Prima colazione e partenza in direzione di Kibuye con sosta per il pranzo lungo strada. All’arrivo sistemazione al Lake Kivu Serena Hotel HYPERLINK "http://www.serenahotels.com/serenalakekivu/default-en.html" http://www.serenahotels.com/serenalakekivu/default-en.htmlCena e pernottamento.

Tappa: 12 - Giorno: 12 - Kigali - partenza  
Prima colazione e partenza per Kigali.All’arrivo visita al mercatino dell’artigianato e pranzo all’ Hotel Des Milles Collines HYPERLINK "https://millecollines.rw/bars-restaurants/" https://millecollines.rw/bars-restaurants/Nel pomeriggio trasferimento in aeroporto in tempo utile per il volo di linea in partenza in serata per l’Italia.Cena e pernottamento in volo.

Tappa: 13 - Giorno: 13 - Arrivo a Milano  
Arrivo a Bruxelles di prima mattina e proseguimento per Milano Malpensa con volo in coincidenza ed in arrivo alle 11.20.


Gallery


Richiedi un preventivo

Email*:  
Data Partenza:
Data Ritorno:
Numero Adulti:
Numero Bambini:
Aeroporto di Partenza:
Vuoi volare in business:
Budget:
Tipo Sistemazione:
Lingua Guida:
 
L'invio del presente modulo non comporta alcun impegno nei conforni di Kel 12 Travel S.p.A. Al ricevimento della richiesta, i nostri operatori provvederanno a contattarti per fornirti informazioni sulla disponibilita' del viaggio nel periodo prescelto insieme alle modalita' per effettuare l'eventuale prenotazione. I dati raccolti verranno trattati da Kel 12 Travel S.p.A. nel pieno rispetto della legge sulla privacy. Dichiaro di aver letto ed accettato le regole di tutela della privacy proposte da Kel 12 Travel S.p.A.

 

 

Servizi inclusi nelle quote viaggio

Questi prezzi sono ancorati al rapporto di cambio (1euro= 1,05 usd) e possono essere soggetti ad adeguamento valutario (valgono le condizioni di vendita da catalogo). La percentuale delle quota pagate in valuta estera è del 100% del prezzo del viaggio.

 

La quota base comprende:

-          assistenza negli aeroporti in Uganda e Rwanda da parte del nostro corrispondente

-          sistemazione nelle strutture ricettive sopra citate o equivalenti (camera standard)

-          pasti come da programma 

-          trasferimenti, safari e visite in jeep 4x4 con tettuccio apribile (5/7 posti finestrino garantito + autista); barche per i boat safari.

-          collegamento via cellulare con ufficio centrale di Kigali (copertura garantita quasi ovunque)

-          Attività di safari: a Ziwa R.S. (rinoceronti); a Murchison Falls NP (2 in jeep e 1 in barca), a QENP (2 in jeep e 1 in barca);

-          guida-autista locale parlante inglese e/o francese

-          tasse d’ingresso ai parchi

 

La quota base non comprende:

-          biglietto aereo e tasse indicate separatamente nel “riepilogo servizi” in quanto importi variabili secondo disponibilità

-          mance e facchinaggio

-          visto Uganda (USD 50 all’arrivo a Entebbe) e il visto Rwanda (USD 30,00 da richiedere via internet prima della partenza e saldarlo in loco all’arrivo)

-          un permesso scimpanzé a Kibale e un permesso di visita ai gorilla nominativo e non rimborsabile (costo indicato sopra nei supplementi)

-          trasferimento in barca sul Lago Kivu

-          eventuali tasse d’imbarco da saldare in loco alla partenza

-          eventuali escursioni facoltative

-          tasse aeroportuali/fuel surcharge (importi da riconfermare al momento

     dell’emissione delle biglietteria)

-          quanto non specificato nel programma

 

 

NOTA BENE: i prezzi dei permessi gorilla/scimpanzé e le park fees sono aggiornati ad aprile 2017 ma suscettibili di aumenti in qualsiasi momento; sarà cura di Kel 12 aggiornare e comunicare tempestivamente eventuali variazioni.

 

 

 

Bene a sapersi

  • Per ragioni tecnico-operative e/o in funzione della disponibilità dei permessi gorilla, l'itinerario potrà essere invertito rispetto al descrittivo qui presentato.
  • Il permesso gorilla e il permesso scimpanzé non sono compresi nella quota di partecipazione e sono indicati come supplemento.  Il permesso deve essere prenotato e saldato al momento dell'iscrizione ed è nominale e non rimborsabile. Età minima di ammissione 15 anni. 
  • E’ importante sapere che sono le autorità del parco a decidere l’odine di emissione dei permessi, e può anche accadere che uno stesso gruppo di viaggiatori sia diviso su due giornate diverse (consecutive) in questo caso non è possibile decidere con quali persone si effettuerà il trekking ai gorilla, potrebbe succedere che famiglie / coppie / amici siano divisi su giornate differentiSarà cura di Kel 12 avvisare in tempo e prima della partenza se dovessero presentarsi casi del genere.
  • Il tour si effettua con guida-autista locale parlante inglese. Essendo il gruppo suddiviso in più automezzi, si consiglia di viaggiare alternativamente sui diversi mezzi.
  • Le sistemazioni sono state pensate in modo da poter offrire il massimo in termini di itinerario, sono di buon livello e sono da intendersi in camere in muratura e/o in tende fisse. Tutti garantiscono elettricità ma i generatori vengono spesso spenti di notte. I lodges hanno valore indicativo e potranno essere sostituiti con altri di pari livello.
  • Tutti o quasi tutti pranzi a pic nic (lunch box) per sfruttare al massimo le giornate.
  • Le Park fees sono giornaliere nel senso che riguardano un periodo di 24 ore e si possono riferire sia alla persona sia all’automezzo. Sono incluse nella quota del viaggio.
  • L'itinerario viene effettuato con mezzi 4X4 chiusi con tettuccio apribile e per ogni passeggero è previsto un posto finestrino mentre i trasferimenti e le visite di Kampala/Entebbe/Kigali potrebbero essere in minibus.
  • L’itinerario si svolgerà su strade asfaltate e su piste sterrate le cui condizioni non sono sempre buone; difficile quindi prevedere esattamente i tempi di percorrenza e anche il chilometraggio esatto.
  • Il bagaglio deve tassativamente essere costituito da sacche morbide di max 15-20 kg in totale. Importante portarsi qualche capo d’abbigliamento appropriato (vedere informazioni generali).
  • Considerando il tipo di viaggio e la destinazione è necessario armarsi di una buona pazienza e flessibilità, vivendo ogni momento come un’occasione per conoscere l’Africa!

 

SCIMPANZE’ TRACKING: Gli scimpanzé (Pan troglodytes) sono dei primati d’eccezione, i “cugini” con cui l’uomo condivide il 98% del DNA. Passando una buona parte della giornata a terra, a riposo o spostandosi sulle nocche, ma riescono anche a camminare in posizione bipede per brevi distanze. Si arrampicano invece sugli alberi alla ricerca di cibo e per riposare. Sono animali estremamente intelligenti capaci di costruire utensili. Seguirli non è un’impresa facile perché sono più mobili ed esuberanti dei gorilla e perché ci si deve spesso addentrare tra la fitta ed umida vegetazione. Considerare almeno 2-4 ore di trekking. Prima di partire consigliamo di leggere il classico “All’ombra dell’uomo” della grande ricercatrice Jane van Lawick Goodall. Pur non essendo garantito l’avvistamento degli scimpanzé in quanto sono sempre in movimento alla ricerca di frutti, le probabilità sono molto alte (100% di successo l’anno scorso).

La foresta è ricca di farfalle e bruchi, alcuni dei quali urticanti, si consiglia quindi di abbigliarsi in modo tale da non avere parti del corpo scoperte (pantaloni lunghi, maglie con maniche lunghe e collo alto…) e di munirsi di cappellino con visiera. 

 

 

GORILLA DI MONTAGNA (Gorilla beringei). L’incontro con queste magnifiche creature è considerato da molti viaggiatori uno dei momenti più intensi del viaggio in Africa. Questi animali furono studiati in profondità da George Schaller e più recentemente da Diane Fossey. La Fossey passò circa 13 anni in un remoto accampamento sul vulcano Visoke e forse sarebbe ancora la’ se non fosse stata assassinata nel dicembre 1985, probabilmente da bracconieri. E’ grazie alla sua opera e alle lotte di una vita intera che i gorilla di montagna non sono ancora estinti; tuttavia la loro sopravvivenza non è assicurata e garantita poiché tanti sono gli interessi in gioco e i rischi. Prima di partire per questo viaggio consigliamo di leggere il libro “Gorilla nella nebbia” (è stato tratto anche un film) scritto appunto dalla Fossey nel quale ella racconta gli anni passati coi gorilla e le sue battaglie a difesa dei  suoi “amici” speciali.

 

Al momento in Rwanda le famiglie di gorilla "visibili" sono 11 e si muovono normalmente tra i vulcani Sabyinyo, Visoke e  Karisimbi:

 

 

  • Gruppo Susa: il principale con 35 membri e relativamente lontano, sul vulcano Karisimbi
  • Gruppo Sabyinyo: 15 individui tra i vulcani Sabinyio e Visoke
  • Gruppo Amahoro: 18 individui
  • Gruppo Agasha (ex gruppo 13): composto da 25 individui
  • Gruppo Kwitonda: composto da 24 membri
  • Gruppo Umubano: 14 individui, tra i vulcani Sabinyio e Visoke
  • Gruppo Hirwa: gruppo formatosi recentemente da individui provenienti dal gruppo 17 e dal gruppo Sabyinyo
  • Gruppo Karisimbi: nuovo gruppo composto da 16 membri
  • Gruppo Ugenda: 14 individui
  • Gruppo Gezzy: 16 individui
  • Gruppo Niagacangaga: 8 individui

 

Sono solo le autorità del parco ad assegnare i visitatori ai vari gruppi.

 

 

GORILLA TRACKING: Non è possibile prevedere con anticipo i tempi e i percorsi esatti per raggiungere la famiglia di gorilla a cui si è stati assegnati perché i gorilla di montagna durante la notte possono coprire grandi distanze. Il trekking è abbastanza impegnativo in quanto si svolge lungo sentieri scivolosi in una foresta dove la vegetazione è fitta e l’umidità presente tutto l’anno. La durata varia da un minimo di un’ora ad un massimo di 6-7 ore.

Il tempo di permanenza presso i gorilla è di un’ora.

Per il trekking è importante portare con sé: scarpe leggere da trekking impermeabili, guanti (da giardinaggio vanno benissimo), pantaloni leggeri ma resistenti e possibilmente antistrappo (un paio di vecchi jeans sono perfetti), una maglia/camicia a maniche lunghe, una cerata impermeabile (pantaloni e giacca) molto leggera, un cappello impermeabile.

 

 

Tempo di partire – breve cenno al clima (per informazioni dettagliate vedere le informazioni sul Paese). Premesso che oramai non esistono più le stagioni ben definite e quindi può piovere nel periodo secco e esserci il sole nel periodo in cui dovrebbero esserci i monsoni, in generale si può dire che la stagione migliore (secca) va da giugno a ottobre e da dicembre a marzo.