LOGIN | REGISTRAZIONE | CERCA
 

Silver Discoverer: il Mare di Okhotsk

ASIA / Giappone

Terza arrivata nella categoria Expeditions, Silver Discoverer fa rotta su terre inesplorate e vergini del vasto Pacifico, attraverso isole coralline e villaggi tribali, verso foreste pluviali il cui fragile ecosistema non sembra conoscere la corruzione del tempo.
Silver Discoverer offre suite tutte provviste di vista oceano e spaziosi ponti, in maniera che una balena o un branco di delfini siano sempre ben visibili.
La poca profondità del suo scafo le permette di avvicinarsi di più a riva, e dove non arriva provvede la flotta di 12 gommoni Zodiac a portare gli ospiti a terra. In questo modo i viaggiatori possono esplorare spiagge isolate e ecosistemi sommersi da vicino ed approfonditamente, anche grazie alle visite guidate sul posto e alle conferenze tenute a bordo dai nostri esperti altamente qualificati.
Sono presenti sulla nave una sala fitness, un salone di bellezza, una piscina e due ristoranti, per non venir meno al tipico comfort Silversea.

 


Prezzo del Viaggio

A partire da: 13150 Euro

Questo viaggio prevede le riduzioni del Club, scopri con il tuo consulente quelle a te dedicate. Att.ne la riduzione è applicabile solo nei punti vendita e agenzie di viaggio che aderiscono al circuito Kel 12 Circle

Il Club

Questo viaggio dà diritto a Impronte del Club.
Scopri tutti i vantaggi di Kel 12 Circle: il club dei viaggiatori.

Durata

19 giorni e di 18 notti.

Partecipanti

Partenza garantita con minimo 2 persone e il gruppo sarà composto al massimo di 16 persone.

Itinerario di viaggio

Tappa: 1 - Giorno: 1 - Imbarco sulla Silver Discoverer a Otaru  
Una volta imbarcati tutti gli ospiti e terminato il briefing sulla sicurezza, partiremo per la nostra spedizione.Il leader della spedizione presenterà alcuni importanti membri dell’equipaggio e i membri del Team Expedition.

Tappa: 2 - Giorno: 2 - Korsakov  
Questa mattina si terranno diversi briefing preparatori all’isola di Sakhalin.Intorno a mezzogiorno arriveremo in Russia. Una volta concluse le formalità, saremo accolti con pane tradizionale, sale e alcolici alla frutta locali. Questo pomeriggio esploreremo parte di Korsakov, fondata nel 1853 come primo avamposto militare dell’isola, per poi dirigerci alla sua capitale, Yuzhno-Sakhalinsk, con una popolazione di solo 160,000 abitanti. Nata come un piccolo insediamento russo, la città divenne ben presto una capitale giapponese in piena regola, quando la metà meridionale di Sakhalin fu dichiarata colonia del Giappone nel 1905. Dopo la Seconda Guerra Mondiale, l’isola ritornò sotto il dominio russo.Visiteremo poi la chiesa ortodossa russa, costruita secondo lo stile tradizionale in legno chiaro. L’interno è decorato elaboratamente con pannelli di metallo e icone di legno dipinte. Interessante è anche il museo di storia naturale, che esibisce un’ampia collezione, da orsi bruni impagliati a reperti militari. Ci sono anche curiosi esempi di artigianato Ainu, tra cui un cappotto interamente realizzato con scaglie di pesce. Il museo è ospitato all’interno di una residenza giapponese con graziose fontane nel piazzale. Per comprendere di più la vita quotidiana in questo centro urbano, visiteremo il mercato. Alla Community Hall assisteremo a un’esibizione di cosacchi. La varietà di canzoni e danze, tradizionali e moderne, è interessante, e alcuni spettatori avranno anche l’occasione di partecipare. Stasera il capitano inviterà gli ospiti per un cocktail party di benvenuto, seguito da una cena.

Tappa: 3 - Giorno: 3 - In navigazione  
State all’erta sui ponti per eventuali animali marini, partecipate a conferenze curate dai nostri esperti o assaggiate specialità culinarie preparate dall’Executive chef con gli ingredienti trovati a Korsakov. All’ora del thè sarà allestito dal nostro Team Trivia un gioco di quiz.

Tappa: 4 - Giorno: 4 - Piltun Lagoon  
Questa mattina il nostro staff terrà conferenze informative sulla natura di Sakhalin, in preparazione all’escursione pomeridiana in Zodiac.All’ora di pranzo la Silver Discoverer ancorerà.Le acque della costa nordorientale di Sakhalin, di fronte alla laguna di Piltun, sono note per la presenza di balene grigie, che cercheremo in Zodiac.In seguito, sbarcheremo vicino a un faro, alla ricerca di aquile di mare di Steller e sterne aleutine. Da qui, i birdwatcher vorranno addentrarsi tra i pini siberiani, dove risiedono ciuffolotti delle pinete e calliopi siberiane, mentre gli altri magari preferiranno raggiungere la cima del faro per vedute panoramiche.

Tappa: 5 - Giorno: 5 - Iony  
Questa mattina la Silver Discoverer si dirigerà verso nord, in direzione di Iony. Questa piccola e remota isola ospita una colonia di leoni marini di Steller e enormi popolazioni di fulmari del nord e urie iomvie.Se le condizioni lo permettono, circumnavigheremo l’isola via Zodiac. Mentre i leoni marini affollano le sponde, gli uccelli circondano i promontori in volo a migliaia.  

Tappa: 6 - Giorno: 6 - Isole Shantar  
Le isole Shantar si trovano nella parte più occidentale del mare di Okhotsk. Mentre ci avviciniamo, potremmo vedere orche e balenottere, ma soprattutto molte foche. A seconda delle condizioni del vento e del mare, sbarcheremo per una passeggiata tra foreste di larici e abeti, alla ricerca di orsi e aquile marine di Steller.

Tappa: 7 - Giorno: 7 - Isole Malminskie e Baia di Fedora  
A nord delle Shantar si trovano le piccole isole Malminskie. A bordo degli Zodiac, costeggeremo isole, isolotti e scogli affioranti. Quest’area appartiene alla riserva federale Dzhugdzursky Zapovednik e si possono trovare: pulcinelle di mare, uriette antiche, alche minori pappagallo, aquile marine di Steller e diverse specie di alcidi.Verso l’ora di pranzo la Silver Discoverer continuerà il suo viaggio verso nord a Fedora Bay. Secondo le condizioni, potremmo sbarcare. Per un lungo periodo dell’anno la baia è ghiacciata, ma c’è una piccola stazione di ranger, dove potremmo esplorare il fiume e la densa foresta.

Tappa: 8 - Giorno: 8 - Okhotsk  
La città di Okhotsk si trova sulle sponde del fiume Okhota. Per molti anni è stato il porto più importante dell’estremo oriente russo. È da qui che partì Bering per le sue spedizioni del XVIII secolo, ma la città perse la sua importanza nel XIX secolo e oggi conta solo 4000 abitanti.Sbarcheremo via Zodiac per esplorare la città. Camminando lungo le strade non asfaltare, sembra di tornare indietro nel tempo. Ci sono pochi segni dei comfort del XXI secolo e molti monumenti che onorano il passato comunista della Russia, come una grande statua di Lenin nella piazza principale.Il museo locale offre una collezione interessante: armeria, antiche fotografie, uccelli impagliati e mostre sugli eventi più recenti. Il centro culturale etnico invece esibisce tende e oggetti quotidiani delle tribù locali. Probabilmente assisteremo anche a delle danze tradizionali.  

Tappa: 9 - Giorno: 9 - Isole di Talan e Zavyalov  
Nella mattinata sbarcheremo su una piccola isola disabitata (fatta eccezione per i ricercatori) dove gli uccelli marini vengono monitorati da quasi 30 anni. Il numero (1.5 milioni) di alche minori crestate si è dimezzato negli anni, ma le pulcinelle hanno raggiunto i 120,000 esemplari, inoltre si trovano alche minori pappagallo, uriette antiche e urie dagli occhiali. A cause dei numeri esorbitanti di volatili, sono arrivati anche i predatori. Le volpi, sfruttando il ghiaccio, arrivano dalla terraferma e ci ritornano una volta che gli uccelli se ne sono andati. An che le aquile marine di Steller nidificano qui.Nel primo pomeriggio la Silver Discoverer si riposizionerà a Zaviyalova, dove con gli Zodiac cercheremo di avvistare la fauna (orsi bruni, aquile, morette arlecchino, …) e sbarcare, se il clima lo permette.

Tappa: 10 - Giorno: 10 - Fiume Kvachina e Penisola di Utkholok  
Questa mattinata in navigazione sarà dedicata a ulteriori conferenze. Questa regione produce grandi quantità di salmone del Pacifico e ne ospita la più grande diversità di specie al mondo. I displuvi di Utkholok e Kvachina si trovano tra i fiumi più ricchi di trota iridea della penisola. Il Wild Salmon Center coopera con scienziati russi, ufficiali governativi e comunità locali per stabilire un’area protetta per i salmoni della zona. Sbarcheremo alla foce del fiume per esplorare la spiaggia e la vicina duna acquitrinosa. Sarà un pomeriggio produttivo anche per i birdwatcher visto che la penisola di Utkholok è uno dei 35 siti RAMSAR della Russia.

Tappa: 11 - Giorno: 11 - In navigazione  
A bordo si terranno conferenze, degustazioni e altre attività.

Tappa: 12 - Giorno: 12 - Utashud  
Le tre isole che formano Utashud sono piuttosto piccole, ma sono I resti di un antico vulcano che si ergeva per 80 metri sulla baia di Vestinik. Anche se l’isola è spoglia, sono stai ritrovati frammenti di enormi alberi pietrificati. Utashud inoltre è una delle isole più ricche di fauna, in particolare ha una popolazione di 300 lontre e ospita colonie di foche.Dalla primavera fino al tardo dicembre, anche le balene grigie si nutrono qui. Ci sono dieci specie di uccelli marini per un totale di 22,000 coppie, tra cui una delle più grandi colonie di gabbiani dorsoardesia e pulcinelle di mare. Anche orsi bruni e aquile marine di Steller frequentano le isole per cacciare le lontre. Il pomeriggio lo passeremo in navigazione vero la città più importante dell’estremo oriente russo.

Tappa: 13 - Giorno: 13 - Petropavlovsk-Kamchatsky  
Petropavlovsk, la città di Pietro e Paolo, deve il suo nome alle due navi di Vitus Bering che raggiunsero Avacha Bay nel 1740. È l’unico grande centro urbano della penisola, e uno dei più antichi. Petropavlovsk è anche il centro culturale e scientifico della regione e oggi saremo accompagnati da guide locali al museo di etnografia e storia naturale, alla scuola d’arte, alla Cattedrale della Santissima Trinità e al mercato. Esploreremo in auto i dintorni campestri della città tra foreste di salici, ontani, pioppi e betulle di Erman (simbolo di Kamchatka). Sprazzi di cameneri rosa e creste di gallo gialle illuminano la strada. La nostra destinazione è il canile dove vivono i cani da slitta. Infine, un gruppo locale si esibirà in danze e canti delle etnie Even e Itelmen.

Tappa: 14 - Giorno: 14 - Atlasova  
Intono a mezzo giorno la nave raggiungerà l’isola di Atlasova, dove si trova il vulcano più alto delle Curili con più di 2,000 metri d’altezza. Sbarcheremo sul una spiaggia di lava per vedere i resti del cono di tufo del Taketomi e del gulag femminile sovietico, dove le donne allevavano le volpi per farne pellicce. A volte si possono vedere dei falchi pellegrini sorvolare la spiaggia, mentre avvoltoi, fischioni e morette sono più comuni.  

Tappa: 15 - Giorno: 15 - Matua e Yankicha  
Matua ospita uno dei vulcani più attivi delle Curili, con più di quattordici eruzioni documentate negli ultimi 250 anni. Cercheremo di sbarcare per raggiungere l’altopiano di Matua lungo una strada che attraversa densi boschetti di ontani. Tra gli uccelli che intendiamo avvistare ci sono ciuffolotti, corvi, calliopi siberiane, tordi oscuri e falchi pellegrini.Durante la Seconda Guerra Mondiale, i Giapponesi istituirono qui una case militare che sfruttava il calore geotermico del vulcano per tenere la pista aperta durante l’inverno.L’edificio più nuovo di queste isole disabitate è una piccola chiesa ortodossa di legno con spazio per cinque persone al massimo e una vista meravigliosa della baia. Nel primo pomeriggio la Silver Discoverer raggiungerà l’impressionante isola di Yankicha.L’isola è in realtà una caldera collassata accessibile solo dalla parte meridionale con l’alta marea e solo via Zodiac. Dentro questa magnifica laguna, con le sue fumarole e sorgenti calde, possiamo ancora vedere i segni delle incredibili forze geologiche che hanno creato l’isola. Il numero di alcidi che nidificano qui è esorbitante e, se saremo fortunati, potremmo addirittura vedere la volpe artica o la rara alca minore delle redini. Anche il luì boreale e la locustella ochotensis frequentano l’isola. La volpe bianca è stata introdotta dai Giapponesi, come risorsa per i cacciatori di pellicce.

Tappa: 16 - Giorno: 16 - Chirpoy  
Questa mattina in Zodiac percorreremo in Zodiac la costa di Chirpoy alla ricerca di leoni marini di Steller, fulmari del nord, gabbiani tridattili, pulcinelle e alche. Le acque sono frequentate da balene e orche. Se il vulcano Snou sarà attivo, potremo osservare I flussi di lava immergersi nel mare da distanza di sicurezza. Nel pomeriggio la Silver Discoverer sarà in navigazione.

Tappa: 17 - Giorno: 17 - Tyuleniy  
Mentre ci avviciniamo a Tyuleniy, trovatevi sui ponti per ammirare fulmari, gabbiani e cormorani. Situata al largo della costa est di Sakhalin, nel Mare di Okhotsk, questa piccola isola è un verso paradiso per la fauna di soli due chilometri quadrati. In particolare, è presente una colonia di circa 250.000 esemplari di otarie orsine e leoni marini di Steller, creando una cacofonia difficile da immaginare nella spiaggia sovrappopolata. La nostra visita avverà alla fine della stagione degli amori.

Tappa: 18 - Giorno: 18 - Korsakov  
Ci fermeremo a Korsakov solo per sbrigare le pratiche d’uscita dal paese, prima di fare rotta verso il Giappone. Il nostro fotografo di bordo presenterà il DVD del viaggio.

Tappa: 19 - Giorno: 19 - Sbarco a Otaru  
Dopo la colazione, sbarco dalla Silver Discoverer.1. Fiume Kvachina, Russia; 2. Tyulenyi, Russia; 3. Isole Shantar, Russia.


Gallery


Richiedi un preventivo

Email*:  
Data Partenza:
Data Ritorno:
Numero Adulti:
Numero Bambini:
Aeroporto di Partenza:
Vuoi volare in business:
Budget:
Tipo Sistemazione:
Lingua Guida:
 
L'invio del presente modulo non comporta alcun impegno nei conforni di Kel 12 Travel S.p.A. Al ricevimento della richiesta, i nostri operatori provvederanno a contattarti per fornirti informazioni sulla disponibilita' del viaggio nel periodo prescelto insieme alle modalita' per effettuare l'eventuale prenotazione. I dati raccolti verranno trattati da Kel 12 Travel S.p.A. nel pieno rispetto della legge sulla privacy. Dichiaro di aver letto ed accettato le regole di tutela della privacy proposte da Kel 12 Travel S.p.A.

 

 

Servizi inclusi nelle quote viaggio

Prezzi quotati in euro, pertanto non soggetti ad adeguamento valutario.

 

La quota base comprende:

                    Sistemazione in cabina Explorer  Suite;

                    Formula All-Inclusive: bevande e cibo in suite ed in tutti i locali della nave;              

                    Trasporto dal porto di attracco alla città nei porti principali;

                    Servizio in camera 24 ore;

                    Wi-fi a seconda della suite scelta;

                    Occasioni di intrattenimento e di arricchimento;

                    Mance;

                    Servizio maggiordomo;

                    Conferenze a bordo pertinenti il viaggio a cura di un Team di esperti altamente qualificato;

                    Tutti i tour, le escursioni  e le attività di gruppo;

                    Uno zaino, una borraccia in acciaio ed un parka per i viaggi in mete artiche.

 

La quota non comprende:

                    Volo dall’Italia per la città d’imbarco e viceversa;

                    Notti supplementari;

                    Trasferimenti da/per l’aeroporto.

 

 

Bene a sapersi

Explorer Suite

Explorer Suite

Dimensioni: 17.3m²

Fino a due ospiti

Ponte: 3

 

Goditi una zona relax a sè stante e lo scenario che scorre attraverso due finestre a oblò. Una confortevole opulenza, perfetta per riposarsi dopo un giorno di esplorazioni.

 

 

View Suite

View Suite

Dimensioni: 16.8m²

Fino a due ospiti

Ponti: 4, 5

 

Accogliente e confortevole, la View Suite  regala un rifugio rilassante anche agli ospiti più avventurieri. Dotata di una larga finestra e di un’ ampia zona relax.

 

 

 

Vista Suite

Vista Suite

Dimensioni: 25 m²

Fino a tre ospiti

Ponte: 6

 

Un silenzioso santuario dove rifugiarsi; la suite offre una zona living con abbondante spazio per rilassarsi. Due ampie finestre incorniciano suggestivi panorami oceanici in un ambiente piacevolmente intimo.

 

 

 

Veranda Suite

Veranda Suite

Dimensioni: 26m² con balcone

Fino a tre ospiti

Ponte: 6

 

La graziosa ed accogliente Veranda Suite offre ampie porte finestre che affacciano su un balcone dal quale godere di tramonti indimenticabili. Una garanzia Silver Sea

 

 

Medallion Suite

Medallion Suite

Dimensioni: 38m² con balcone

Fino a due ospiti

Ponte: 7

 

Un marchio di distinzione. Sontuosa e spaziosa questa suite dai raffinati tessuti dispone di altre porte finestre che affacciano su una spaziosa veranda arredata.