LOGIN | REGISTRAZIONE | CERCA
 

DAMARALAND E KAOKOLAND: IL POPOLO ROSSO DEGLI HIMBA

AFRICA / Namibia

Nella zona nord ovest della Namibia vivono gli Himba, chiamati anche il Popolo Ocra o Popolo Rosso legati ancora oggi a tradizioni di una vita semi nomade che negli anni gli ha permesso di sopravvivere in questo difficile territorio. Nelle regioni del Kaokoland, nel Damaraland e nella Skeleton Coast si trovano le ultime popolazioni libere di leoni, rinoceronti neri ed elefanti del deserto che durante gli ultimi decenni hanno imparato a sopravvivere in condizioni molto difficili, quasi estreme, sviluppando abitudini e persino caratteristiche fisiche diverse. Anche per chi ha già visitato la Namibia la regione del Kaokoland rappresenta un viaggio a sé. Ci troviamo nel nord più remoto e sconosciuto, un territorio arido solcato da ampi fiumi secchi, distese di erba dorata e animali liberi, anche i più esperti viaggiatori rimarranno stupiti nel sentirsi circondati da una natura selvaggia, dura e spettacolare.
Il nostro viaggio è destinato a visitare accuratamente il Kaokoland, il Damaraland e alcune parti nascoste a ridosso della Skeleton Coast davvero poco battute dai circuiti più classici.


Prezzo del Viaggio

A partire da: 3880 Euro

Questo viaggio prevede le riduzioni del Club, scopri con il tuo consulente quelle a te dedicate. Att.ne la riduzione è applicabile solo nei punti vendita e agenzie di viaggio che aderiscono al circuito Kel 12 Circle

Il Club

Questo viaggio dà diritto a 150 Impronte del Club.
Scopri tutti i vantaggi di Kel 12 Circle: il club dei viaggiatori.

Durata

17 giorni e di 14 notti.

Partecipanti

Partenza garantita con minimo 6 persone e il gruppo sarà composto al massimo di 12 persone.

Itinerario di viaggio

Tappa: 1 - Giorno: 1 - Roma Fiumicino - Addis Abeba  
Partenza da Roma Fiumicino in serata per Addis Abeba. Cena e pernottamento a bordo.

Tappa: 2 - Giorno: 2 - Addis Abeba - Windhoek  
Arrivo ad Addis Abeba al mattino presto e proseguimento con volo di linea per Windhoek. Arrivo a Windhoek a fine mtinta. Windhoek sorprende per la sua tranquillità e per il suo ordine, la capitale namibiana, circondata da belle e selvagge montagne, si visita tranquillamente in un giorno. Data l’ora di arrivo nel pomeriggio e la stanchezza certamente accumulata dopo il volo intercontinentale preferiamo dedicare alcune ore alla visita della città al rientro dalla spedizione. Trasferimento in hotel, cena libera e pernottamento.Avani Windhoek Hotel & Casino

Tappa: 3 - Dal Giorno: 3 al Giorno 4 - Windhoek - Ugab River, Ozondjou Trails Camp  
Partenza da Windhoek in direzione del Damarland, la nostra prima tappa sarà Ozondjou Trails, un campo tendato fisso nel fiume Ugab. Arrivo al campo previsto nel primo pomeriggio. Dopo il check-in avremo modo di ambientarci un po’ nel territorio del Damaraland e, grazie ad un’escursione ad una fattoria locale, avremo modo di vedere quella che è la produzione agricola e le sfide che si trovano ad affrontare gli agricoltori nel loro quotidiano per convivere pacificamente con la fauna endemica. Proseguiamo con la visita di una scuola del villaggio e terminiamo il pomeriggio con una breve passeggiata prima di tornare in campo per la cena e il pernottamento. Il giorno successivo lo dedichiamo ad un’interessante escursione per vedere gli elefanti nel fiume Ugab e nella zona circostante. Qui ci uniremo alla squadra dell’EHRA (Elephant Human Relations Aid) durante il loro lavoro giornaliero di pattuglia alla ricerca degli elefanti del deserto, cercheremo di comprenderne le loro abitudini, i loro comportamenti e le loro caratteristiche. Con i rangers dell’EHRA a bordo di jeep 4x4 seguiremo le tracce degli elefanti nel letto asciutto del fiume. Pranzo pic nic durante la giornata. Nel tardo pomeriggio rientro al campo per la cena. Pernottamento a Ozondjou Trails in pensiona completa.

Tappa: 4 - Giorno: 5 - Ozondjou - Opuwo, il popolo rosso degli Himba  
Dopo la colazione il viaggio continua attraverso Damarland centrale e la Khowarib Gorge per andare verso Opuwo. In questo piacevole paesaggio si potranno incontrare gli Ovahimba meglio conosciuti come Himba, pastori nomadi che vivono secondo le antiche tradizioni nella parte nord-ovest del paese. Posa del campo in un’area nei pressi di Opuwo. l popolo Himba vive nel Kaokoland, delimitato a nord dal fiume Kunene al confine con l’Angola, e a sud dal fiume Hoanib. Una zona tra le meno conosciute e più affascinanti della Namibia. Nei giorni successivi ci addentreremo nei territori desertici del nord alla scoperta di villaggi Himba più remoti. L’unica strada normalmente percorribile collega Sesfontein con Opuwo o Okongwati e Epupa Falls; il resto del Kaokoland occidentale è tra le zone più selvagge dell’Africa meridionale, le piste sono accidentate e spesso percorribili a meno di 10 km/h. Grazie ai nostri fuoristrada 4x4 cercheremo di limitare al minimo i disagi anche se alcune piste risulteranno davvero difficili. Il terreno è roccioso e in generale la regione è selvaggia e inospitale. Incontreremo i nomadi Ovahimbas e le loro mandrie di bovini e capre lungo il percorso. Gli Himba, sono pastori nomadi discendenti da un gruppo Herero rifugiatosi in Angola per sfuggire alle aggressioni Nama nel XIX secolo. Chiesero asilo ai San (Boscimani) e per questo motivo vennero chiamati Ovahimba (coloro che mendicano). Ritornati nella loro terra nel 1920, non ebbero contatti con i colonizzatori tedeschi a differenza degli Herero, rimasti al Kunene River. Lo stile di vita tradizionale degli Himba è rimasto immutato da allora. Ancora oggi seguono la trasumanza delle mandrie di bovini, di cui vanno orgogliosi e che sono fonte di vita e di credenza religiosa. Conoscono il nostro modo di vivere, ma preferiscono seguire le tradizioni del loro popolo. Gli Himba accolgono con curiosità i viaggiatori, in particolare le donne che sono di una bellezza scultorea e di altezza considerevole, eleganti e disinibite, fiere del proprio corpo armonioso, coperto da una gonnellina di pelle di capra, spalmato di ocra rossa mista a grasso e erbe, che come un peeling giornaliero mantiene liscia la pelle, proteggendola da insetti e dal clima desertico.Campo- pensiona completa.

Tappa: 5 - Dal Giorno: 6 al Giorno 8 - Area di Orupembe  
Dopo una ricca colazione si parte. I prossimi giorni attraverseremo l'affascinante paesaggio e valli del Kaokoland centrale e l’estremo nord al confine con l’Angola. Riceveremo un'accoglienza calda e amichevole dagli abitanti dei villaggi Ovahimba. Saremo liberi di girare per i villaggi, fare domande e fotografare ma sempre stando attenti a non camminare tra il fuoco sacro, il kraal (recinto) del bestiame e la capanna principale. Le giovani donne, si acconciano con due trecce rivolte in avanti, mentre dopo la pubertà sciolgono i capelli in tante trecce rasta che impastano con ocra; le donne sposate inoltre aggiungono un piccolo ciuffo di pelle di antilope che rivoltano se rimangono vedove; portano monili di ferro, rame, ossa e una conchiglia tra i seni. Gli uomini sono i più contaminati dal contatto con i visitatori stranieri e vedremo come abbinano camicie occidentali al loro tipico gonnellino. I ragazzi si cospargono il corpo di grasso e erbe annerite dal fuoco e si rasano mantenendo un ciuffo in mezzo alla testa, lasciandolo crescere e pettinandolo a treccia. Da sposati nascondono i capelli con un tipico berretto (ozodumbu) che tolgono solo per dormire. Dopo il matrimonio la donna entra a far parte del clan del marito senza abbandonare del tutto il suo clan materno dove porta i figli, che lo considerano la loro vera famiglia; il maggiore infatti eredita dal fratello della madre e non dal proprio padre. Dedicheremo le giornate a conoscere le antiche usanze e lo stile di vita di questa affascinante tribù ed esploreremo il territorio. Fare campo in queste aree remote ci darà la possibilità di ricevere visite occasionali dai curiosi Ovahimbas. Il viaggio avanzerà in un territorio con una delle viste più affascinanti e spettacolari che questa zona ha da offrire: Marienfluss Valley. Qui, l'uomo può solo sentirsi piccolo e indifeso in confronto. Quest’ambiente è costituito da ampie pianure erbose, abbondanti alberi, e molti animali come i Oryx, Springboks, struzzi, e zebre. La solitudine è impressionante. All’improvviso una catena montuosa si materializza dalla foschia azzurra di un paesaggio lunare da perdere il fiato. Contrasti indescrivibili, montagne in diverse tonalità, le valli per metà ricoperte di dune di sabbia rossa, gole profonde, quasi certamente non incontreremo nessun altro viaggiatore… questa è la parte del Kunene che scivola nella catena montuosa Serra Cafema, siamo di fronte alle montagne più alte dell’Angola sud-occidentale che costituisce il confine tra Angola e Namibia. Il nostro viaggio prosegue verso la foce del grande fiume Kunene, arriveremo a esplorare le gole, le valli e le dune di questa parte remota e completamente isolata del nord-ovest.Campi-pensiona completa

Tappa: 6 - Giorno: 9 - Kaokoland- Area di Khumib  
Tra il fiume Kunene ed il massiccio di Brandberg alcuni fiumi tentano, in un modo o nell’altro, di aprirsi un varco attraverso deserti e montagne per raggiungere (invano) l’oceano. Nei letti e sulle sponde di questi fiumi, che scorrono solo pochi giorni all’anno, si sono create vere e proprie oasi. Un tale miracolo è reso possibile dalle acque di scolo: durante la stagione delle piogge migliaia di piccoli ruscelli provenienti dalle montagne più ad est si riuniscono per formare i fiumi che conosciamo oggi con i nomi di Hoarusib, Hoanib, Huab, Ugab. Lasciamo il Kunene ed iniziamo il percorso in direzione sud verso la concessione di Palmwag. Attraverseremo paesaggi contrastanti, che vanno dal deserto fino al altopiano del Kaoko. Ci fermeremo per la notte nell’area di Khumib.Campeggio-pensiona completa.

Tappa: 7 - Giorno: 10 - Fiume Hoarusib  
Dopo la prima colazione proseguiamo il nostro viaggio ancora verso il sud, in una zona densamente popolata da palme e acqua corrente, siamo nella valle del fiume Hoarusib. E siamo nuovamente in una regione abitata dagli Ovahimba, visiteremo gli abitanti dei villaggi che si sono stabiliti in questa zona ricca di vegetazione. L’ennesimo salto nel passato, tra piccole capanne, kraal di rami di mopane, sterco e fango, protette dagli animali notturni con un recinto di rami spinosi. E ancora donne, uomini, bambini. L’elefante del deserto torna spesso in questa zona del fiume Hoarusib perché fa parte del territorio frequentato durante gli anni della crescita con il suo branco. Faremo un bel campo sulle rive del fiume Hoarusib.Campo-pensione completa

Tappa: 8 - Dal Giorno: 11 al Giorno 12 - Fiume Hoanib  
In queste due giornate ci sposteremo alla continua ricerca di elefanti procedendo più a sud verso il fiume Hoanib. La valle del fiume Hoanib a volte sembra spaventosa e appare spesso difficile da attraversare. Un percorso di 60 km tra sabbia, acqua e sassi alla ricerca degli elefanti del deserto. Il paesaggio è spettacolare, il fondo del fiume è sabbioso con qualche zona d’acqua, ai bordi una ricca vegetazione e, sia a destra che a sinistra, montagne rocciose. Sono facili gli insabbiamenti su sabbia e fango ma sapremo tirarcene fuori. L’abbondante crescita degli alberi offre agli elefanti del deserto una dieta sana e gli fornisce l’ombra necessaria contro il sole della Namibia. È il loro habitat ideale. I campi alla sera saranno montati in uno dei bracci laterali del fiume Hoanib. Non è raro vedere gli elefanti che ci attraversano il campo durante la notte; ancora una volta siamo ospiti della natura.Campi-pensione completa.

Tappa: 9 - Giorno: 13 - Concessione di Palmwag - Kai-Ais area  
Il nostro tour continua verso Palmwag entreremo dentro i 5.000km2 della concessione privata di Palmwag. I bei paesaggi in queste zone di montagna accolgono animali come le zebre Hartmann di montagna, giraffe, orici, springbok e kudu, struzzi, giraffe e iene. Gli elefanti e il protetto rinoceronte nero (Bicornic Bicornis), si sono adattati al clima desertico e sono sotto la gestione del Trust Rhino (SRT). La popolazione dei predatori è sana e diversificata, con leoni, ghepardi, leopardi, e la iena marrone maculata. Su tutto il paesaggio che offre eccellenti spunti fotografici. La Vita degli uccelli è prolifica e diversificata, con la maggior parte delle specie endemiche della Namibia che qui sono presenti.Il percorso continua attraverso ricche valli e letti dei fiumi, attraverso gole e sorgenti. Il campo sarà posato nella bellissima sona naturale di di Kai-ais. Campo-pensione completa.

Tappa: 10 - Giorno: 14 - Grootberg Lodge  
La nostra ultima colazione in mezzo alla natura. “Togliamo le tende” e partiamo alla volta del Grootberg Lodge. Passiamo il resto della giornata in assoluto e meritato relax in piscina aspettando l’ultimo tramonto africano nel deserto della Namibia. Pernottamento al Grootberg (cena e colazione)

Tappa: 11 - Giorno: 15 - Percorso di rientro a Windhoek  
Dopo la colazione al lodge iniziamo il lungo percorso di rientro a Windhoek con sosta per il pranzo lungo il tragitto. L’arrivo è previsto nel pomeriggio. Sistemazione in hotel e tempo a disposizione. Cena libera.Pernottamento all’Avani hotel

Tappa: 12 - Giorno: 16 - Windhoek - Addis Abeba  
Prima colazione in hotel e trasferimento in aeroporto per il volo di rientro su Addis Abeba. Pasti a bordo. L’arrivo ad Addis è previsto in serata.

Tappa: 13 - Giorno: 17 - Addis Abeba - Milano Malpensa  
Partenza da Addis Abeba poco dopo la mezzanotte. L’arrivo a Milano Malpensa è previsto in mattinata.1. Donna Himba 2. Verso la Skeleton Coast 3. Area di Marienfluss


Gallery


Richiedi un preventivo

Email*:  
Data Partenza:
Data Ritorno:
Numero Adulti:
Numero Bambini:
Aeroporto di Partenza:
Vuoi volare in business:
Budget:
Tipo Sistemazione:
Lingua Guida:
 
L'invio del presente modulo non comporta alcun impegno nei conforni di Kel 12 Travel S.p.A. Al ricevimento della richiesta, i nostri operatori provvederanno a contattarti per fornirti informazioni sulla disponibilita' del viaggio nel periodo prescelto insieme alle modalita' per effettuare l'eventuale prenotazione. I dati raccolti verranno trattati da Kel 12 Travel S.p.A. nel pieno rispetto della legge sulla privacy. Dichiaro di aver letto ed accettato le regole di tutela della privacy proposte da Kel 12 Travel S.p.A.

 

 

Servizi inclusi nelle quote viaggio

Questi prezzi sono ancorati al rapporto di cambio 1 euro = 16 N$ e possono essere soggetti ad adeguamento valutario (valgono le condizioni di vendita del catalogo). La percentuale della quota pagate in valuta estera è del 55% del prezzo del viaggio.

 

Prenota Senza Pensieri. Tutela il prezzo del viaggio da eventuali adeguamenti valutari.

 

Modalità:

-In fase di prenotazione occorre comunicare la volontà di aderire al “Prezzo bloccato”;

-così facendo conoscerete da subito l’importo forfettario richiesto a copertura dell’adeguamento valutario, che normalmente viene comunicato fino a 21 giorni prima della partenza;

-Ovviamente il “Prezzo bloccato” è facoltativo. Decidendo di non aderire, gli eventuali adeguamenti verranno comunicati fino a 21 giorni dalla partenza;

-Il Blocco Prezzi può essere applicato solo alle prenotazioni effettuate fino a 45 giorni prima della partenza.

 

 

 

La quota comprende:

Voli di linea da Roma Fiumicino in classe economica Ethiopian Airlines via Addis Abeba

Capo Spedizione Kel 12 al raggiungimento del minimo

Sistemazione nelle strutture ricettive sopra citate e in tenda ad igloo (10 notti)

Trattamento di pensione completa per tutto il tour eccetto a Windhoek dove è pernottamento e prima colazione.

Vino locale e birra al campo

Acqua

Trasporti a terra con jeep 4x4 TOYOTA LAND CRUISER  a 7 posti con tettuccio apribile

Tutte le tasse di entrata ai parchi

 

 

 

La quota non comprende:

Le bevande eccetto quelle menzionate nella quota comprende

Le mance (ristoranti dei lodge e guide) e il facchinaggio nei diversi lodge

Eventuali escursioni facoltative

Eventuali tasse d’imbarco da saldare in loco alla partenza

Tasse aeroportuali (importi da riconfermare al momento dell’emissione

della biglietteria)

Quanto non specificato nel programma

 

 

Bene a sapersi

  • Per ragioni tecnico-operative l'itinerario potrà essere invertito o modificato dalla guida sul posto se ritenuto necessario e nell’interesse del gruppo.
  • In alta stagione è possibile che il capo spedizione non parta dall’Italia (o rientri) insieme al gruppo; in questo caso l’incontro sarà previsto all’arrivo a Windhoek.
  • Tutte le sistemazioni sono semplici ma di buon livello: due notti in hotel a Windhoek, due notti in campo tendato fisso all’Ozondjou Trails Camp, una notte il lodge a Grootberg e 9 notti in tenda igloo.
  • Per i pernottamenti al campo sono previsti: tende ad igloo doppie con all’interno brandine con materasso, cuscino, lenzuolo e piumino
  • Wc e doccia da campo in comune
  • Acqua minerale da bere e acqua per lavarsi
  • Tavoli e sedie saranno utilizzati al campo solo alla sera. I pasti caldi sono cucinati sul fuoco. A mezzogiorno sono previsti picnic. Vino locale e birra sono sempre inclusi ai pasti
  • All’Ozondjou Trails Camp per due notti bisogna condividere la sistemazione in tenda doppia – il Campo dispone SOLO di 6 grandi tende doppie Meru. Per il resto del circuito SONO DISPONIBILI AL MASSIMO 2 SINGOLE - EVENTUALI ALTRE ANDRANNO SU RICHESTA
  • Il campo mobile è montato dallo staff locale, non è richiesto l’aiuto dei clienti ma è comunque ben accetto.
  • Si consiglia di portare comunque un sacco a pelo in piumino per i mesi dell’inverno australe (da maggio ad agosto) in quanto di notte la temperatura può scendere molto ed il piumino fornito, se si è molto freddolosi, può non essere sufficiente. I lodge e gli hotel citati hanno valore indicativo e potranno essere sostituiti con altri di pari livello.
  • L’itinerario percorre parecchi chilometri ma la maggior parte dei percorsi è all’interno di aree di alto interesse naturalistico; anche le tratte di trasferimento in realtà saranno occasione per avvicinare tribù o animali ed effettuare safari fotografici.
  • L'itinerario è effettuato con Land Cruiser a 7 posti, 4X4 con tetto apribile. Il riempimento sarà al massimo di 6 passeggeri per garantire a tutti il posto finestrino.

 

 

 

 

  • è necessario premunirsi di abiti abbastanza caldi per proteggersi nell’inverno australe, dal freddo delle prime ore del giorno (guanti, berrettino di lana, foulard).
  •  Essendo il gruppo suddiviso su due mezzi di trasporto, si consiglia di viaggiare alternativamente sui diversi mezzi e comunque le spiegazioni avverranno quando il gruppo è unito.
  • Il bagaglio deve essere limitato ad un max di 15 kg e SOLO a borsoni morbidi in quanto viene caricato all’interno della jeep. Nel caso si arrivi con valigia rigida, il bagaglio non sarà accettato a bordo. 
  • A seconda della data di partenza, l'itinerario potrà essere svolto in senso inverso rispetto a questo descrittivo; i contenuti, le viste e le caratteristiche intrinseche al viaggio rimangono invariati.
  • Tempo di partire – breve cenno al clima (per informazioni dettagliate vedere le informazioni sul Paese). La NAMIBIA è un Paese dove i tour e i safari possono avere luogo in tutte le stagioni in quanto ogni tour visita più aree, ognuna delle quali ha un suo microclima e le sue peculiarità. Anche se oramai è sempre più difficile parlare di stagioni ed ogni stagione è di per sé speciale, in generale si può dire che l’inverno australe (da maggio a ottobre) è il periodo della stagione secca e fresca, ovvero la “yellow season”, l’epoca in cui tutto diventa magnificamente giallo e gli animali si raccolgono numerosi vicino alle fonti di acqua. L’estate australe (da novembre a aprile), invece, è il periodo caldo e degli acquazzoni seguiti da veloci schiarite, ovvero la “green season”, l’epoca in cui tutto ritorna incredibilmente verde, gli animali celebrano la vita e gli uccelli migratori arrivano dall’emisfero nord. Essendo la Namibia un paese molto desertico, ci sono zone dove comunque non piove mai, o quasi.

 

Potrebbero interessarti

Namibia
OBIETTIVO SAFARI: KAUDOM NATIONAL PARK E CAPRIVI STRIP
Namibia Sud Africa
Silver Discoverer: dalla Skeleton Coast alla Costa d'Oro
Namibia
DAL KALAHARI ALLE EPUPA FALLS: IL POPOLO HIMBA
Namibia
DISCOVER NAMIBIA: DAL PARCO ETOSHA AL DESERTO DEL KALAHARI..

Articoli Correlati

Danimarca Giappone India Italia Vietnam
In viaggio dentro al Circle
Madagascar
Madagascar, una piccola Africa in una grande isola
Seychelles
Le Seychelles sono più vicine