LOGIN | REGISTRAZIONE | CERCA
 

CAPODANNO A CARTAGENA DE INDIAS

AMERICHE / Colombia

Un viaggio dentro la Colombia, le sue bellezze storiche, culturali e archeologiche, ma soprattutto dentro il mosaico multicolore della sua gente. Saremo a Cartagena de Indias per festeggiare la fine dell’anno nella città più affascinante della Colombia.  Partiamo da Bogotá, la vivace capitale colombiana dove, oltre alle attrattive imperdibili come il Museo Botero e il Museo dell’Oro, avremo modo di scoprire anche angoli meno noti, ma di grande interesse e fascino di questa città sempre in movimento. Un volo e siamo a Cartagena de Indias, la regina dei Caraibi, la città coloniale più bella della Colombia. 3 notti ci permettono di assaporarne tutto lo splendore e di lasciarci coinvolgere dalla sfrenata voglia di festa e allegria che la caratterizza a fine anno.  Lasciamo l’atmosfera caraibica per  scoprire il cuore andino del Paese e raggiungere Popayan. La sua storia ne ha fatto una delle città più tradizionali della Colombia e uno dei suoi principali gioielli architettonici. Visitiamo il tradizionale mercato indigeno di Silvia che si tiene solo il martedì e proseguiamo via terra verso il Parco Archeologico di San Agustín con le sue straordinarie statue megalitiche, importante testimonianza delle culture preispaniche in Sud America. Continuiamo infine verso Neiva e prendiamo il volo per Bogotá, dove concludiamo il nostro viaggio prima di rientrare, seppur a malincuore, in Italia.

 


Prezzo del Viaggio

A partire da: 5700 Euro

Questo viaggio prevede le riduzioni del Club, scopri con il tuo consulente quelle a te dedicate. Att.ne la riduzione è applicabile solo nei punti vendita e agenzie di viaggio che aderiscono al circuito Circle Travel

Il Club

Questo viaggio dà diritto a 125 Impronte del Club.
Scopri tutti i vantaggi di Circle Travel: il club dei viaggiatori.

Durata

13 giorni e di 11 notti.

Partecipanti

Partenza garantita con minimo 8 persone e il gruppo sarà composto al massimo di 16 persone.

Itinerario di viaggio

Tappa: 1 - Giorno: 1 - Partenza dall'Italia per Bogotà  
Partenza da Milano con volo di linea via Madrid. Arrivo nel tardo pomeriggio a Bogotá. Disbrigo delle formalità doganali, incontro con la guida parlante italiano e trasferimento privato in hotel. Cena e pernottamento all’Hotel EK 5*, (sistemazione in camera superior) situato nella Zona Rosa, il quartiere più vivace della città, con centri commerciali, negozi di lusso e ristoranti di tendenza.Ricordiamo che sulle tratte europee Iberia non offre nessuna consumazione a bordo gratuita e che la preassegnazione dei posti a sedere in classe turistica è possibile solo a pagamento.

Tappa: 2 - Giorno: 2 - Bogotà, Oro e Botero  
Prima colazione in hotel.Situata a 2.600 metri sul livello del mare su un vasto altopiano delle Ande, Bogotà ha una popolazione di oltre otto milioni di persone provenienti da tutto il mondo, per questo motivo è la città che più di tutte riflette le diversità culturali dell’intero Paese. Quando, nel 1538, gli spagnoli arrivano in quest'altipiano abitato da genti Muisca, ribattezzano il luogo Santa Fe de Bogotà e per tutto il periodo di dominio coloniale la città viene comunemente chiamata solo Santa Fe. Per molto tempo è governata da capitali lontane, nel 1717 diviene essa stessa capitale del Paese, nei secoli successivi cambia aspetto a causa di rivolte, urbanizzazione, terremoti ed epidemie e solo nel 1821, dopo l’indipendenza, acquista la denominazione con cui la conosciamo oggi. La grande trasformazione che la connota come vera capitale economica del Paese si ha alla metà dello scorso secolo, con un processo di industrializzazione che provoca anche consistenti migrazioni interne. L’ultimo mezzo secolo di storia della capitale e dell’intero paese fino alla svolta degli ultimi anni sono segnati dalle vicende storiche legate ai cartelli della cocaina e alla guerriglia.A Bogotà il quartiere storico de La Candelaria ha il cuore nella Plaza Bolívar. Nel mezzo, sta l’omonima statua. Nei dintorni si concentrano i luoghi di maggior interesse della capitale, anche con architetture del XVIII secolo, alcune in ottimo stato di conservazione. Dopo una passeggiata nel quartiere, ci recheremo nel Museo Botero, nel Museo del Oro e saliremo in funivia al Cerro de Monserrate.Il primo, a trecento metri dalla piazza, pur essendo dedicato al redondo artista, offre occasione di osservare pure opere di Mirò, Picasso, Chagall, Monet, Dalì, donazioni dello stesso Botero. Ovviamente, le sale sono piene soprattutto di rotondità del più famoso pittore e scultore colombiano, dalle nature morte ai comandanti guerriglieri. Il Museo del Oro è considerato il più bello e ricco del Sudamerica. Gli oltre 50.000 oggetti costituiscono l’esauriente testimonianza delle numerose culture precoloniali colombiane. Tra i reperti in oro, che sono ovviamente il motivo principale della visita, segnaliamo i tunjos, statuine d’oro e la famosa balsa muisca, recuperate nella Laguna de Guatavita a circa 50 chilometri dalla capitale, legate al mito dell’El Dorado. La leggenda racconta che i caciques e i sacerdoti muisca si coprivano d’oro, immergendosi poi nelle acque della Laguna di Guatavita, poco lontano da Bogotá. Da qui nacque la frenetica ricerca del il mitico Eldorado, il luogo misterioso dove si nascondeva l’immenso tesoro dei popoli precolombiani. Non mancheremo, inoltre, di andare sul Cerro de Monserrate. La funivia consente di evitare i 1500 scalini che superano un dislivello di circa 600 metri. Sulla sommità si trova la chiesa bianca del Cristo Caduto: la statua e il panorama montano che circonda l’immensa metropoli giustificano la salita. Pranzo libero, cena in ristorante. Pernottamento in hotel.

Tappa: 3 - Giorno: 3 - Zipaquirà, la Cattedrale di Sale  
Prima colazione in hotel. Ci rechiamo a Plaza de Paloquemao, dove si trova un esteso mercato tradizionale colombiano. Il mercato e’ diviso in varie sezioni: fiori, frutta, erbe aromatiche e verdure. Un luogo dove è possibile conoscere la varietà dei colori e dei sapori della gastronomia colombiana.A 50 chilometri a nord della capitale si trovano le miniere di sale di Zipaquirà, che sono state lo spunto per una realizzazione davvero inconsueta. La denominazione ha origine dal legame mai reciso con la tradizione delle culture precristiane. Zipa, infatti, era il nome del cacique, il capo dei Muisca mezzo millennio fa. Da secoli, prima della conquista spagnola, e ancor oggi, si estrae sale a circa 200 metri sottoterra. Milioni di tonnellate del prezioso materiale sono state asportate per farne emergere anche una cattedrale scarnificando caverne. L’esistenza di tale strana opera, si deve all’ampliamento dell’usanza dei minatori di realizzare piccoli altari per propiziare la benedizione divina su attività assai rischiose. Una prima cattedrale era stata costruita all’inizio del XX secolo e poi chiusa perché divenuta pericolante. Una seconda è datata anni ’90. È lunga quasi come un campo di calcio e può contenere oltre 8000 fedeli. È ancora in funzione e vi si accede dopo aver percorso una Via Crucis. Tre navate, rappresentazioni della nascita vita e morte di Cristo, altare maggiore, una croce di oltre 15 metri… nulla manca per rendere il luogo sacro e spettacolare. Dopo la visita rientriamo a Bogotà. Eventuale tempo a disposizione fino all’ora di cena. Pranzo in ristorante. Cena libera e pernottamento in hotel. NB: l’ordine delle visite a Bogotà potrebbe essere svolto in un ordine diverso da quello presentato e verrà deciso dall’accompagnatore insieme alla guida locale.

Tappa: 4 - Giorno: 4 - Cartagena de Indias, la perla dei Caraibi: alla scoperta della città  
Dopo la prima colazione, trasferimento in aeroporto e volo per Cartagena de Indias (09.00/10.32, orario soggetto a riconferma).Trasferimento in hotel per lasciare i bagagli (le camere sono normalmente accessibili a partire dale 15.00). Pranzo in ristorante e visita a piedi della città “ammuragliata”. Per capire bene ciò che fu la Cartagena storica, bisogna percorrerne le strutture difensive che salvarono la città dai numerosi assedi e le conferirono la fama di inespugnabile. Spicca, fra tutte, l’imponente mole di pietra del Castello di San Felipe de Barajas, considerato il capolavoro dell’ingegneria militare spagnola in America. Ci addentriamo quindi nel centro storico. Cartagena è ricca di cultura, di storia, di fascino e di mistero. L'Unesco ha dichiarato più volte il suo amore per questa città definendola una delle città più belle del mondo. Cartagena è un museo a cielo aperto e in ogni angolo si respirano storia e poesia, soprattutto nella città vecchia, ricca di piazze, chiostri, palazzi dai colori pastello, balconi e pittoresche stradine coloniali.Fondata nel 1533 da don Pedro de Heredia, Cartagena ebbe una funzione cruciale come centro commerciale e porto d’imbarco dei tesori della Corona durante la dominazione spagnola. Soffrì costanti assedi che determinarono la sua straordinaria architettura militare, caratterizzata da grosse muraglie, fortini e bastioni. Sostiamo di fronte ai principali edifici religiosi: la Cattedrale, la chiesa di Santo Domingo e l’ex chiostro di San Diego. Entriamo nella chiesa e nel chiostro di San Pedro Claver.Nella Piazza della Dogana si può apprezzare il Palazzo Municipale, sede del Comune, mentre nel settore nord della città si trova la Piazza de las Bòvedas, sotto le cui arcate, oggi occupate da negozietti per turisti, s’immagazzinarono munizioni e armi e alloggiarono le truppe nei giorni della Colonia. Dalla Porta dell’Orologio si arriva alla Piazza delle Carrozze, dove anticamente si svolgeva il mercato degli schiavi. Oltre c’è il quartiere di Getsemani, parte del centro storico, ma ancora più giovane e vivace, con magnifici murales e tanti locali dove ascoltare musica e bere un drink. Cena in ristorante. Pernottamento al boutique Hotel Capellan de Getsemani 5* (camera superior).

Tappa: 5 - Giorno: 5 - Escursione alle Isole del Rosario  
Prima colazione in hotel.Trasferimento al molo per l’escursione in barca (collettiva) all’Isla Gente de Mar, nell’arcipelago delle Isole del Rosario. L’arcipelago si trova a circa 40 km a sud-ovest di Cartagena ed è formato da 27 piccole isole coralline. L’intera area è stata dichiarata Parco Nazionale nel 1977 con il nome di Corales del Rosario per tutelare la barriera corallina, con la ricca flora e fauna endemiche.E’ una delle poche isole a possedere una spiaggia bianca e mare cristallino dove potersi rilassare e fare un bagno rinfrescante. Il trasferimento all’isola viene effettuato con lancia veloce e dura circa un’ora. Durante il tragitto di rientro il mare può essere mosso e ci si può bagnare facilmente (si consiglia di dotarsi di un asciugamano o di coprirsi con un k-way per ripararsi dagli eventuali spruzzi).Pranzo incluso in corso di escursione. Rientro a Cartagena verso metà pomeriggio. Cena libera e pernottamento in hotel.

Tappa: 6 - Giorno: 6 - Escursione al pueblo afrocartagenero  
Prima colazione in hotel. Trasferimento presso il villaggio di La Boquilla con pranzo tipico in riva al mare. Faremo un’escursione alla laguna di mangrovie su canoe di legno, ma soprattutto avremo modo di entrare in contatto diretto con la popolazione nativa del borgo afrocartagenero di pescatori e addentrarci nella cultura locale apprendendo i ritmi tipici del caribe colombiano. Un modo divertente di conoscere i vari volti di Cartagena e della costa caraibica e per sostenere la comunità che lotta per salvaguardare le proprie tradizioni.Nel pomeriggio rientro in hotel.Cena di Capodanno libera nel centro storico chiuso al traffico, dove tutti i ristoranti allestiscono le vie con tavoli decorati. Musica dal vivo, balli in ogni angolo e fuochi d’artifico a mezzanotte. Pernottamento in hotel.

Tappa: 7 - Giorno: 7 - Volo per Popayan, la "Ciudad Blanca"  
Sveglia a piacere, prima colazione e trasferimento in aeroporto per il volo per Popayan via Bogotà (12.30/14.00 e 16.27/18.06, orario soggetto a riconferma). Le grandi distanze e lo stato delle strade, spesso in cattive condizioni, rendono necessario l’utilizzo di più voli interni per visitare le diverse parti della Colombia. I voli, quasi sempre, non sono diretti, ma via Bogotà.Pranzo libero.Arrivo a Popayan e trasferimento in hotel. Cena e pernottamento all’Hotel La Plazuela 3*.

Tappa: 8 - Giorno: 8 - Visita di Popayan e del mercato indigeno di Silvia  
Prima colazione in hotel e partenza per Silvia.Dopo circa un’ora e mezza di percorso attraverso diversi paesini, la verde vegetazione montana e le piantagioni di caffè, raggiungiamo il pittoresco villaggio incastonato in una valle a 2.600 metri d’altitudine. Silvia è il centro della regione degli indios Guambianos, uno dei gruppi etnici tra i più tradizionali del Paese. Vivono nei paesini che circondano Silvia, diventata famosa per il suo mercato del martedì. È qui che gli indigeni si recano per vendere i loro prodotti artigianali e proprio in questo giorno vi ci rechiamo pure noi, per assaporare in pieno la cultura del luogo, meno turistico di altri mercati andini. I Guambianos sono dediti all’agricoltura e sono abili tessitori (borse, sciarpe e tessuti colorati sono tra le merci più interessanti da acquistare al mercato). Vestono abiti tradizionali, bombetta in testa e poncho blu annodato sulle spalle; le donne adornano il collo con collane bianche.Dopo aver gironzolato tra le bancarelle, riprendiamo la strada per rientrare a Popayan, conosciuta come la “Ciudad Blanca” per tutte le facciate degli edifici color bianco gesso. La sua fondazione risale al 1537 per merito di Sebastiàn de Belalcàzar e, grazie alla sua posizione a metà strada fra Cartagena, al nord, e Quito e Lima, al sud, ebbe un ruolo importante nell’epoca della Colonia. Di conseguenza, Popayan è una delle città più tradizionali della Colombia e uno dei suoi principali gioielli architettonici. Agli inizi del XVII secolo venne intrapresa la costruzione di edifici sacri, abitazioni, palazzi e scuole. Purtroppo un terribile terremoto distrusse la città nel 1983 e ci vollero una ventina d'anni per il restauro del patrimonio storico che oggi possiamo di nuovo ammirare in tutta la sua bellezza. Tra i luoghi di maggiore interesse, visitiamo l’Iglesia de San Francisco, la più bella chiesa della città, e l’Iglesia La Ermita, la più antica. Soste al Puente del Humilladero, al Parque Caldas e alla Torre del Reloj.Pranzo in ristorante, cena libera e pernottamento in hotel.

Tappa: 9 - Giorno: 9 - Trasferimento verso San Agustin  
Prima colazione e partenza per San Agustin. È la prima occasione che abbiamo per percorrere via terra e conoscere un tratto consistente di territorio colombiano. Per arrivare a San Agustin, ci si dirige verso sud attraversando il Parque Nacional Puracé, accompagnati dalla vegetazione d’alta quota tipica del paramo e dalle cime di vulcani che dominano la regione. Attraverso l’imponente Massiccio Colombiano giungiamo al villaggio di Coconuco, famoso per le sue acque termali sulfuree. Attraversiamo poi Paletarà dove potremo assaggiare una calda aguapanela accompagnata da un tipico formaggio della regione.Nel tardo pomeriggio si arriva nell’area di San Agustin, a circa 1.700 metri di altitudine, dove prevediamo subito l’escursione all’Estrecho de la Magdalena, a pochi chilometri di distanza dalla zona urbana di San Agustin. Lo “stretto” si forma quando il Rio de la Magdalena s’incunea tra le rocce che formano un canale di 2,20 metri di bacino. Il bel paesaggio, formato da rocce, montagne, densa vegetazione, incornicia l’acqua trasparente del fiume. A causa delle condizioni stradali il tragitto potrebbe essere svolto in chiva (tipico bus locale).Rientro a San Agustin, cena e pernottamento all’Hotel Monasterio 3*.

Tappa: 10 - Giorno: 10 - Il Parco Archeologico di San Agustin, importante testimonianza della cultura preispanica in Sudamerica  
Prima colazione in hotel.Giornata dedicata al Parco Archeologico di San Agustín, testimonianza storica di un patrimonio artistico e culturale tra i più importanti del mondo preispanico sudamericano e per questo inserito tra i luoghi Patrimonio Culturale dell’Umanità dal 1995. Nella regione montuosa di San Agustín si succedettero durante i secoli varie culture che lasciarono numerose vestigia archeologiche, tra cui statue, pietre scolpite, sarcofagi monolitici e iscrizioni con rappresentazioni umane, animali e di figure fantastiche. Questa cultura è ancora avvolta nel mistero, si sa che praticavano culti complessi, specialmente funerari e avevano una conoscenza avanzata dell’arte della ceramica. Erano agricoltori, con un’economia basata sulla coltivazione del mais e integrata da tuberi, frutta, caccia e pesca. La maggiore concentrazione di statue si trova nel Parco Archeologico di San Agustín, a tre chilometri dal centro abitato. Il parco, che si percorre a piedi, comprende un piccolo museo con statue, ceramiche e utensili, il Bosco delle Statue, i complessi noti come Tavoliere A, B, C e D e la Fonte dei Lavapiedi. Il Bosco delle Statue è un sentiero dove si possono apprezzare 35 statue di diverse provenienze, dimensioni e stili; alcune sono sculture a carattere funerario, altre sono rappresentazioni di personaggi importanti o divinità. I Tavolieri sono vaste spianate artificiali utilizzate come abitazioni e necropoli, con impressionanti statue di sciamani e guardiani a protezione delle tombe. La Fonte Cerimoniale dei Lavapiedi, forse la più grande opera di scultura delle culture Agustiniane, comprende un complesso labirinto di canali e incavi decorato con rappresentazioni di serpenti, lucertole e salamandre, nonché volti e forme umane, probabilmente un luogo sacro dedicato a cerimonie religiose e bagni rituali. Visitiamo anche i siti archeologici Alto de los Idolos, una spianata artificiale a ferro di cavallo localizzata a 26 chilometri da San Agustín, e Alto de las Piedras: entrambi sono siti funerari dove si possono osservare vestigia e statue finemente decorate, in uno splendido contesto naturale. Pranzo libero in ristorante locale. Cena e pernottamento in hotel.

Tappa: 11 - Giorno: 11 - Proseguimento per Neiva e volo per Bogotà  
Prima colazione e partenza presto per Neiva, capoluogo del dipartimento di Huila, passando dai 730 metri sul livello del mare e i 20° del Massiccio Colombiano di San Agustín ai 380 metri d’altitudine e i 27° di Neiva. La strada tortuosa corre nella Valle del Magdalena costeggiando in gran parte il fiume attraverso coltivazioni di riso e di cotone, piantagioni di caffè e di frutta. Facciamo una sosta lungo il percorso per visitare una tipica finca cafeteria e conoscere un po’ meglio il ciclo di produzione di uno dei migliori caffè al mondo. Pranzo in ristorante lungo il percorso.Arrivo in aeroporto a Neiva dove prendiamo il volo per Bogotà (19.24/20.34, orario soggetto a riconferma). Cena e pernottamento all’Hotel EK 5*.

Tappa: 12 - Giorno: 12 - I graffiti di Bogotà. Nel pomeriggio trasferimento in aeroporto per il volo di rientro in Italia. Pernottamento a bordo  
Prima colazione in hotel.Passeggiando per le strade del centro storico di Bogotà, si può effettuare un vero e proprio tour dei graffiti.Negli ultimi cinque anni la street art è letteralmente esplosa in Colombia, richiamando ogni anno tanti artisti non solo latini, ma anche statunitensi ed europei, alcuni di calibro internazionale. Qui l’arte di strada è stata accolta come una forma d’arte capace di dare colore e vita al quartiere e di valorizzarlo. La maggior parte dei graffiti rappresentano condizioni economiche, sociali e politiche del Paese e aiutano a capire la peculiarità del popolo colombiano. Al termine della passeggiata pranzo libero ed eventuale tempo a disposizione fino all’orario del trasferimento in aeroporto per il volo di rientro in Italia via Madrid. Pernottamento a bordo.

Tappa: 13 - Giorno: 13 - Arrivo in Italia  
Arrivo a Madrid, cambio di aeromobile e proseguimento per Milano.San Agustin 2. Bogotà 3. Cartagena de Indias

PARTENZE


26/12/2017 - Sarai accompagnato da:   ANNA MASPERO  

Prezzo del viaggio 6.484 Euro TUTTO INCLUSO

Iscrivendosi al club avrai molti vantaggi, tra cui riduzioni di prezzo variabili.
Il prezzo del viaggio per utenti che appartengono al:
LIVELLO 1: 6.484 Euro
LIVELLO 2: 6.367 Euro
LIVELLO 3: 6.250 Euro
LIVELLO 4: 6.132 Euro
LIVELLO 5: 6.015 Euro



Gallery


Richiedi un preventivo

L'invio del presente modulo non comporta alcun impegno nei conforni di Kel 12 Travel S.p.A. Al ricevimento della richiesta, i nostri operatori provvederanno a contattarti per fornirti informazioni sulla disponibilita' del viaggio nel periodo prescelto insieme alle modalita' per effettuare l'eventuale prenotazione. I dati raccolti verranno trattati da Kel 12 Travel S.p.A. nel pieno rispetto della legge sulla privacy. Dichiaro di aver letto ed accettato le regole di tutela della privacy proposte da Kel 12 Travel S.p.A.








Servizi inclusi nelle quote viaggio

Per questo specifico itinerario, a parziale rettifica di quanto riportato sopra, le penali saranno applicate come da schema seguente:

 

-          Penale del 10% per cancellazioni effettuate dalla data di prenotazione al 29 ottobre 2017

-          Penale del 25% per cancellazioni effettuate dal 30 ottobre al 13 novembre 2017

-          Penale del 50% per cancellazioni dal 14 al 24 novembre 2017

-          Penale del 75% per cancellazioni dal 25 novembre al 10 dicembre 2017

-          Penale del 100% per cancellazioni dall’ 11 dicembre 2017 in poi

-           

Trattandosi di un periodo di altissima stagione è importante che le richieste ci arrivino per tempo, in modo da poter riconfermare i servizi che sono garantiti fino al 30 ottobre (dopo tale data qualche hotel potrebbe essere sostituito con altri similari).

 

Per aderire alla proposta di viaggio occorre versare un acconto pari al 25% del totale costo viaggio. Il saldo è previsto entro il 10 novembre 2017.

La data indicata per il saldo è in diretta relazione con le particolari modalità richieste dai fornitori di servizi esteri, specie in riferimento agli hotel e al periodo.

 

Questi prezzi sono ancorati al rapporto di cambio (1 Euro = 1,15 USD) e possono essere soggetti ad adeguamento valutario (valgono le condizioni di vendita da catalogo).

La percentuale della quota pagata in valuta estera è del 55% del prezzo del viaggio.

 

LA QUOTA COMPRENDE

 

  • Voli di linea Iberia da Milano in classe turistica, partenza da Milano Linate e rientro su Milano Malpensa
  • Tutti i voli interni in classe turistica con Avianca
  • Trasferimenti privati con pulmino a seconda del numero di partecipanti
  • Pernottamenti in camera doppia negli hotel indicati nel programma di viaggio (o similari)
  • Trattamento pasti come indicato nel programma
  • Guide locali parlanti italiano specializzate per destinazione (il tour dei graffiti a Bogotà si effettua solo in spagnolo/inglese)
  • Entrate, visite ed escursioni secondo il programma di viaggio
  • Supplementi di altissima stagione per i voli e i servizi a terra
  • Esperto Kel 12 dall’Italia per tutta la durata del viaggio al raggiungimento del numero minimo di partecipanti

 

LA QUOTA NON COMPRENDE

 

  • Tasse aeroportuali e fuel surcharge
  • Eventuali tasse aeroportuali dei voli interni da pagarsi in loco
  • Eventuali tasse di uscita dal Paese
  • Bevande ai pasti laddove inclusi
  • I pasti non menzionati o indicati come “liberi” nel programma di viaggio
  • Spese extra di carattere personale, attività facoltative
  • Mance (vedere il paragrafo “Bene a sapersi”) e tutto ciò che non è specificatamente indicato nel programma o elencato alla voce “La quota comprende”

 

Bene a sapersi

 

  • I voli Iberia prevedono la partenza da MILANO LINATE e il ritorno su MILANO MALPENSA. Questa è la connessione più favorevole, in ogni caso è possibile richiedere in fase di prenotazione il rientro su Milano Linate che prevede quasi 10 ore di attesa a Madrid.

 

  • La preassegnazione dei posti in classe turistica sui voli Iberia è a pagamento e si può effettuare solo a biglietto emesso.

 

  • L’itinerario prevede diversi voli interni dovuti alle grandi distanze del Paese, ma il viaggio prevede anche un corposo programma di visite e trasferimenti, talvolta lunghi, su strade non sempre in buone condizioni. I trasferimenti non vanno intesi come inevitabile fatica per passare da un luogo a un altro, ma come occasione e opportunità per avvicinarsi all’ambiente e alla realtà che ci circonda. I trasferimenti via terra possono comportare tempi superiori a quelli previsti, in relazione alle specifiche situazioni locali.

 

  • Gli hotel scelti per questo viaggio sono tutti di buon livello ed alcuni indubbiamente di pregio, selezionati tra i migliori disponibili nelle varie località per posizione, atmosfera e/o qualità delle strutture. Facciamo tuttavia presente che dato il recente boom turistico e il periodo di altissima stagione il costo di un viaggio in Colombia ci potrà sembrare elevato rispetto al rapporto qualità/prezzo.

 

  • Abbiamo preferito lasciare laddove possibile i pasti liberi affinché ognuno possa decidere liberamente cosa mangiare e non essere blindati dai menù turistici per i gruppi. Per non allungare eccessivamente i tempi dei pasti o rischiare di non trovare sufficiente posto per il gruppo, la nostra organizzazione provvederà a prenotare i ristoranti, lasciando la libertà di ordinare ciò che si preferisce e di pagare direttamente in loco. Ciò perché per i gruppi, seppur piccoli, normalmente i ristoranti prevedono un menù fisso uguale per tutti senza possibilità di variare le scelte. L’accompagnatore è a disposizione per suggerimenti e per l’organizzazione dei pasti liberi.

 

  • In corso di viaggio usufruiamo di diverse guide parlanti italiano e/o spagnolo. Le consuetudini locali andranno rispettate. Le guide locali e l’accompagnatore sono a disposizione per suggerire gli atteggiamenti più opportuni da adottare anche nei confronti della situazione ambientale.

 

  • Viaggiando in Colombia potremo osservare un certo clima rilassato e una generale minore efficienza rispetto ai nostri canoni. Ciò è dovuto in parte al carattere “latino” del Paese, ma anche al fatto che la Colombia non si è aperta da molti anni al turismo, in particolare per quanto riguarda le zone centrali del Paese.

 

  • Prevedere circa 100 USD di mance per autisti, guide e personale di servizio, da dare all’accompagnatore a inizio viaggio (l’importo delle mance è indicativo e può variare in base al numero complessivo dei partecipanti al viaggio e in base alla soddisfazione per il servizio).

 

  • Per questioni operative, di forza maggiore o scelte del corrispondente l’itinerario potrebbe subire variazioni pur mantenendo le località da visitare e gli hotel potrebbero essere sostituiti con strutture ricettive di pari categoria.

 

 

Potrebbero interessarti

Colombia
NATURALEZA COLONIAL
Colombia
SOGNANDO MACONDO E CANO CRISTALES
Colombia Ecuador
Silver Explorer: Foreste Amazzoniche ed ecosistemi naturali
Colombia
CAPODANNO A CARTAGENA DE INDIAS

Articoli Correlati

Argentina Brasile
200 volte Argentina
Australia
Il primo hotel astrologico al mondo
Danimarca Giappone India Italia Vietnam
In viaggio dentro al Circle