LOGIN | REGISTRAZIONE | CERCA
 

Eductour 2017 – TADRART ACACUS


Prezzo del Viaggio

Il prezzo di questo viaggio è ancora in fase di definizione

Questo viaggio prevede le riduzioni del Club, scopri con il tuo consulente quelle a te dedicate. Att.ne la riduzione è applicabile solo nei punti vendita e agenzie di viaggio che aderiscono al circuito Kel 12 Circle

Il Club

Questo viaggio dà diritto a 130 Impronte del Club.
Scopri tutti i vantaggi di Kel 12 Circle: il club dei viaggiatori.

Durata

8 giorni e di 7 notti.

Partecipanti

Partenza garantita con minimo 6 persone e il gruppo sarà composto al massimo di 10 persone.

Itinerario di viaggio

Tappa: 1 - Giorno: 1 - Da Roma volo per Algeri e continuazione su Djanet  
Partenza da Roma Fiumicino per Algeri con volo di linea. All’arrivo, nel pomeriggio, prima di riprendere in serata il volo per Djanet, si effettuerà una vista guidata della città di Algeri. Il breve tour consentirà al viaggiatore di avere una panoramica della città.Algeri, “la blanche”, si presenta come una vastissima distesa di palazzi e case in calce bianca e si sviluppa su una serie di colline che si tuffano nel mare; il porto, l’architettura coloniale, le ripide stradine, le grandi scalinate e i vicoli della città vecchia creano un’atmosfera del tutto particolare: profondamente mediterranea ed intensamente araba. Cena libera in un locale “popolare” algerino. Rientro in aeroporto in tarda serata e volo per Djanet. All’arrivo trasferimento e sistemazione in semplice struttura locale, pernottamento.

Tappa: 2 - Giorno: 2 - Spedizione nella regione dell'Akakus, Djanet - Oued Amais - Berjen  
Dopo la prima colazione, espletamento delle formalità per l’ingresso al Parco del Tassili. Inizio della spedizione, con veicoli fuoristrada, nell’estremo sud-est algerino. Si avanza in direzione est, ai piedi della falesia del Tassili seguendo per un tratto il corso dell’oued Amais, sul cui alveo crescono grandi acacie spinose e tamerici arboree. Percorrendo una hammada, si attraversano il Tassili e vari uadi fino a raggiungere la grande zona fluviale del Berjen. Si percorre, tra cespugli di tamerici, l’oued Tabaraket che appunto significa tamerici: terrazze fluviali da cui sporgono insolite rocce che sembrano figure umane si alternano a sontuosi castelli. Si attraversano ampie distese e dolci dune dorate immerse tra guglie di arenaria. Si vistano numerosi siti di arte rupestre di varie epoche. Percorrendo ancora l’oued Berjen, in un susseguirsi di piante a arbusti di vario tipo, si giunge all’oued Udad, dove si visita una bella guelta incastonata tra le rocce e dove si possono ammirare importanti opere rupestri (pitture e graffiti). Dalle terrazze fluviali si ergono rocce piramidali e miriadi di torricini dalle forme bizzarre. A Essedelaghe si possono ammirare eleganti dipinti di figure umane e, successivamente la grotta delle “ranocchie”. Passeggiate, sosta e campo. Pensione completa

Tappa: 3 - Giorno: 3 - Berjen - Tiknewen - Mulenagha  
Si lascia il Berjen: un’attraversata avventurosa tra le dune condurrà alla zona di Tikneween, le sorelle, due grandi rilievi identici che spuntano dalla sabbia, un luogo unico ed irripetibile per il paesaggio che si può ammirare e per l’immensa quiete che lo caratterizza. Il viaggio prosegue attraverso anfiteatri di dune dorate che si alternano a paesaggi rocciosi, continuamente cangianti dove, a Mulenagha, i colori, le forme, le ombre delle dune e di imponenti torrioni arenarci offrono al viaggiatore uno spettacolo lunare tra i più suggestivi di tutto il Sahara.Sosta e campo. Pensione completa.

Tappa: 4 - Giorno: 4 - Mulenagha - Tin Merzuga  
Visita della zona di Mulenagha, ricca di paleosuoli. Di nuovo, sorprendenti e inaspettate, sono le forme delle grandi rocce arenariche: bastioni, figure umane e cattedrali si susseguono in un emozionante gioco. Si prosegue fino ad arrivare all’oued In Djeran visitando altri siti di arte rupestre. L’oued In Djeran si perde fra le dune dell’erg Tin Merzouga, dove al tramonto si può godere di un fantastico paesaggio: le sequenze di dune rosse che si perdono all’infinito con i loro sinuosi profili evidenziati dalla luce radente del sole creano un suggestivo contrasto con le rocce emergenti dell’Acacus. Sosta e campo. Pensione completa.

Tappa: 5 - Giorno: 5 - Tin Merzuga - Bohedienne  
Ritornando indietro, verso nord, si giunge nella zona di Bohedienne: in un paesaggio di dune dalle sfumature rosse e ocra e nere rocce arenariche, si visita un interessante sito del periodo bovidiano; qui si trovano eleganti bassorilievi rupestri raffiguranti buoi e una grotta in cui sono affrescate scene di cacciatori con abiti particolari. Sosta e campo. Pensione completa.

Tappa: 6 - Giorno: 6 - Bohedienne - Oued In Djeran  
Ci si addentra nel canyon dell’oued In Djeran che si snoda tra gole profonde, muraglie di roccia, suggestive figure di pietra scolpite dal vento e dalla sabbia. Le alte pareti arenariche dell’oued costituiscono una delle belle gallerie di arte rupestre del Sahara: la famosa giraffa “accucciata” è una pittura di una eleganza straordinaria; si possono ammirare pitture con scene di vita pastorale, buoi bicromi, immagini di caccia, graffiti raffiguranti bovidi, giraffe ed elefanti. All’uscita dall’oued In Djeran si giunge presso un’ampia zona dove compaiono morbide dune gialle sfumate da una sabbia nera. Sosta e campo. Pensione completa.

Tappa: 7 - Giorno: 7 - Oued In Djeran - Terarat - Djanet  
Partenza in direzione nord-ovest. Durante la traversata del Tassili n’Ajjer si giunge a Tin Eresou dove, presso una grotta, si possono ammirare interessantissimi dipinti raffiguranti eleganti uomini e donne che vestono abiti decorati.Si prosegue poi verso l’oued Teini, ricco di cespugli di piante profumate, da cui si può ammirare il profilo della falesia del Tassili. Riprendendo la pista per Djanet, si giunge a Terarart dove, alla base di un faraglione roccioso, si può ammirare una delle più belle incisioni rupestri del neolitico: "la vacca che piange", bassorilievo finemente lavorato. Nel pomeriggio rientro a Djanet e visita all’oasi di Djanet, "la perla del Tassili", una grande oasi di montagna di circa 20.000 abitanti. La parte antica del villaggio, abbarbicata sulla montagna, è formata da abitazioni di fango e pietra. Dalla parte alta dell’oasi si possono ammirare il grande palmeto e gli orti sottostanti. Visita del museo dove si trovano interessanti pezzi archeologici delle varie epoche preistoriche e oggetti della tradizione tuareg. Visita del suk.Qualche stanza in albergo sarà messa a disposizione per una doccia ristoratrice, cena in ristorante quindi trasferimento in aeroporto per l’imbarco sul volo notturno per Algeri.

Tappa: 8 - Giorno: 8 - Djanet-Algeri-Roma  
Arrivo ad Algeri e proseguimento per Roma. 1. La vacca che piange 2. Dune 3. Acacus


Gallery


Richiedi un preventivo

Email*:  
Data Partenza:
Data Ritorno:
Numero Adulti:
Numero Bambini:
Aeroporto di Partenza:
Vuoi volare in business:
Budget:
Tipo Sistemazione:
Lingua Guida:
 
L'invio del presente modulo non comporta alcun impegno nei conforni di Kel 12 Travel S.p.A. Al ricevimento della richiesta, i nostri operatori provvederanno a contattarti per fornirti informazioni sulla disponibilita' del viaggio nel periodo prescelto insieme alle modalita' per effettuare l'eventuale prenotazione. I dati raccolti verranno trattati da Kel 12 Travel S.p.A. nel pieno rispetto della legge sulla privacy. Dichiaro di aver letto ed accettato le regole di tutela della privacy proposte da Kel 12 Travel S.p.A.

 

 

Servizi inclusi nelle quote viaggio

Le quote di partecipazione sono calcolate in Euro pertanto non soggette ad adeguamento valutario.

 

Le quote comprendono

• trasporto aereo  Roma – Algeri - Djanet a/r con volo di linea in classe economica Air Algerie

• l’assistenza negli aeroporti in Algeria

• Escursione in minibus ad Algeri

• la sistemazione nelle strutture ricettive sopra citate o equivalenti in camere standard, 1 notte, e 5 notti in tenda igloo

• trasporti a sud  in  fuoristrada  dove prendono posto 3  viaggiatori per auto + autista

• trattamento di pensione completa dalla prima colazione del giorno 2° alla cena del giorno 7°

•  Capo spedizione Kel 12 e guida locale tuareg

• ingressi, tasse e percentuali di servizio

 

Le quote non comprendono

• eventuali tasse d’imbarco da saldare in loco alla partenza

• eventuali pasti ad Algeri

• le bevande

• le mance

• il facchinaggio (né negli aeroporti né negli hotels)

• eventuali escursioni facoltative

• tutto quanto non espressamente indicato nel programma.

 

 

 

 

 

Bene a sapersi

  • Per ragioni tecnico-operative l'itinerario potrà essere invertito o modificato dalla guida e/o accompagnatore sul posto se ritenuto necessario e nell’interesse del gruppo.
  • Voli Air Algerie: al momento i voli da Algeri verso il sud (Djanet) sono in prosecuzione del volo in arrivo ad Algeri dall’Italia, dando la possibilità di sfruttare al massimo i giorni nel deserto; segnaliamo peraltro che le connessioni ad Algeri sono piuttosto lunghe ma sono la sola possibilità, non esistono alternative.
  • Viaggio in regioni poco battute, occorre preventivare eventuali disguidi e ritardi.
  • L’itinerario è effettuato con veicoli 4X4 dove prendono posto 3 viaggiatori + 1 autista
  • Trattasi di un viaggio spedizione ove il focus non è nell’accommodation bensì nel voler essere in certi luoghi e nel voler vivere certe esperienze: 7 notti sono infatti previste in campi tendati mobili con tende igloo (richiesti il sacco a pelo e la partecipazione dei partecipanti nel montaggio e smontaggio delle tende) e materasso.
  • L’accompagnatore e lo staff sono a disposizione per qualsiasi aiuto
  • Durante i pernottamenti in tenda nel deserto i pasti saranno preparati da un cuoco professionista dell’agenzia.
  • Le sistemazioni alberghiere: l’hotel a Djanet è particolarmente semplice, le camere dispongono di servizi privati, potrebbe non esserci acqua calda corrente, prevediamo l’hotel Zeribe (che è stato rinnovato) o l’hotel Teneré. Desideriamo sottolineare che il costo della vita, quando si richiedono servizi di standard il più possibile in linea con le esigenze di una clientela occidentale è caro, incredibilmente costoso se lo si paragona alla realtà locale.
  • Tutti i tour sono accompagnati da un  capo spedizione Kel 12, esperto sahariano e da un capo spedizione tuareg.
  • Il bagaglio deve tassativamente essere costituito da sacche morbide di max 15 kg in totale.
  • Sono previste facili passeggiate per visitare i siti e per apprezzare l’immersione totale nel paesaggio.  Importante portarsi un paio di scarpe da ginnastica  robuste e leggere, una torcia ed un cappellino.
  • Altitudine massima raggiunta durante il viaggio: 1300 m. circa a Djanet
  • Per entrare in Algeria  è necessario il passaporto ed il visto di ingresso
  • Nessuna vaccinazione obbligatoria è richiesta per l’ingresso nel paese.
  • Considerando il tipo di viaggio e la destinazione è necessario armarsi di una buona pazienza e flessibilità.


 

 

Potrebbero interessarti

Algeria
L'ERG THIODAINE
Algeria
TADRART ACACUS: da Tin Merzouga al Oued in Djeran
Algeria
IL MEGLIO DEL SAHARA
Algeria
Eductour 2017 - TADRART ACACUS

Articoli Correlati

Seychelles
Le Seychelles sono più vicine
Danimarca Giappone India Italia Vietnam
In viaggio dentro al Circle